Menù

La biblioteca ‘Albino’ chiude i battenti dal primo luglio. A casa 14 lavoratori

CAMPOBASSO. Amara sorpresa per i lavoratori della biblioteca provinciale ‘Albino’ di Campobasso. Questa mattina giunti sul posto di lavoro hanno trovato all’ingresso gli avvisi a firma della Provincia di Campobasso con i quali il dirigente di settore ha comunicato che dal primo luglio la struttura chiude i battenti.

Dunque altri 14 lavoratori a casa, anche se già in tarda mattinata davanti alle rimostranze dei sindacati l’assessore regionale al Lavoro, Michele Petraroria ha subito convocato un tavolo tecnico per il prossimo 27 giugno in virtù di quello che si era già tenuto il 15 maggio scorso.

Allarme dunque della Filcams Cgil e Uiltucs Uil che allertati dai lavoratori hanno convocato una conferenza stampa d’urgenza.

“Con la determina della Provincia – ha spiegato subito Pasquale Guarracino (Uiltucs)  –  14 persone perdono il lavoro dal primo luglio perché in questo provvedimento c’è scritto che a partire da quella data è sospesa ogni attività della struttura. Questo però accade nonostante ci fossero degli accordi precisi in merito alla questione adottati a maggio scorso. Allora ci chiediamo: che fine hanno fatto quegli accordi? Cosa è accaduto in questo frangente di tempo?”.  Dunque in prospettiva c’era tutt’altro che la determina trovata ieri mattina attaccata al portone. La chiusura non era ovviamente la risposta che dipendenti e sindacati si aspettavano.  “E nonostante le nostre richieste – continua Guarraacino – per capire quale fosse il piano organico strutturato (perché di questo soltanto bisognava parlare) non ci è giunta alcuna risposta”.

Annunciano forme di protesta ulterirori se non una soluzione non sarà adottata a stretto giro di posta, anche perché tempo non ce n’è. Ma già dopo la mobilitazione un primo spiraglio c’è: la convocazione del tavolo richiesta dall’assessore regionale Michele Petraroia.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.