Menù

Sblocca-Italia, ultima chiamata per l’autostrada

Sblocca-Italia, ultima chiamata per l'autostrada

In arrivo il decreto Sblocca-Italia. Cosa ‘conterrà’? Il sindaco di Torino ha chiesto  i fondi per completare la copertura del passante ferroviario (25 milioni in tutto) e lo spostamento di 28 milioni dalla linea 2 della metropolitana per completare la linea 1, il cui cantiere è bloccato dal fallimento della ditta che aveva vinto l’appalto. Quello di Roma ha indicato 16 interventi: dalla tratta Colosseo-Piazza Venezia della Metro C alla Città dello Sport a Tor Vergata, fino al Campidoglio 2.

Sono alcune delle indicazioni degli amministratori comunali invitati dal premier Matteo Renzi a segnalare i lavori fermi, da inserire poi nel decreto ‘Sblocca-Italia’. Alla lista dei sindaci si aggiungono le opere indicate già nel 2013 nel decreto del Fare e ancora ferme al palo. Fra queste, buona notizia di cui gioirà l’assessore regionale alle Infrastrutture del Molise Pierpaolo Nagni (grande sostenitore di un’opera che nell’esecutivo e nella maggioranza trova molte perplessità) anche la Termoli-San Vittore. Il finanziamento – ha confermato ieri il Messaggero – per l’autostrada del Molise è nel ‘fondo revoche’ (che ha una copertura di circa 1 miliardo), un contenitore predisposto con lo stesso decreto del Fare. Fu recuperato dall’emendamento presentato alla Camera dai deputati Leva e Venittelli, dopo che un blitz in Commissione Bilancio dell’allora ministro De Girolamo aveva dirottato – cancellando la modifica ottenuta dal senatore Ruta a Palazzo Madama – gli oltre 200 milioni dell’asse viario molisano al completamento della Telesina. Nel ‘fondo revoche’ sono confluiti i soldi destinati ad infrastrutture che non si realizzeranno più. Le opere da finanziare con quelle risorse per il dicastero di Lupi sono la Metro 1 di Napoli, l’autostrada Termoli-San Vittore e la Lecco-Bergamo.

Commenta