Menù

Truffa, 50enne venafrana ai domiciliari

Truffa, 50enne venafrana ai domiciliari

Un arresto e cinque denunce. Questo il bilancio di un’operazione condotta nel fine settimana dai carabinieri del Comando Provinciale di Isernia,  impegnati in servizi straordinari di controllo del territorio per contrastare ogni forma di criminalità e di illegalità.

Operativi i militari delle Stazioni e dei Nuclei Operativi e Radiomobile delle Compagnie di Isernia,  Venafro ed Agnone,  in collaborazione con il personale del Nucleo Investigativo.

A finire in manette una 50enne di Venafro,  ritenuta responsabile di una serie di truffe commesse tra il 2008 ed il 2009. La donna è attualmente aidomiciliari.

Altre cinque persone  sono invece state denunciate per reati contro la persona ed il patrimonio. Nel dettaglio si tratta di un 60enne che, a Venafro, ha minacciato una donna con la quale aveva avuto una precedente relazione; un 35enne che, a Montaquila, nel corso di un controllo si è rifiutato di fornire le proprie generalità ai militari; un 45enne di Isernia che, per futili motivi, ha minacciato alcune persone con cui aveva avuto un precedente diverbio; un 49enne di Sesto Campano, che per futili motivi ha danneggiato l’autovettura di un suo conoscente e infine un  65enne di Pozzilli, che, a seguito di una lite, ha aggredito  un suo conoscente provocandogli contusioni guaribili in tre giorni.

Nel corso delle operazioni sono stati istituiti numerosi posti di blocco lungo le principali vie di collegamento tra la provincia di Isernia e l’alto Casertano, in particolare tra i Comuni di Sesto Campano, Monteroduni, Capriati al Volturno, Gallo Matese, Letino, Ciorlano e Presenzano.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.