Menù

Bonefro, domenica la visita del ministro Franceschini

La comunità di Bonefro riceverà domenica la visita del ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini. L’esponente dell’esecutivo Renzi sarà in paese per l’apertura del museo dedicato alle opere di Tony Vaccaro.

Bonefro, intatti, è la città natale dell’artista, uno dei più grandi fotografi del ‘900. Alcune delle sue opere più importanti così saranno esposte nello storico palazzo Miozzi nel novero di una mostra permanente curata da Reinhard Schultz, in collaborazione con la Galleria Bilderwelt di Berlino.

Tony_VACCARO

Per l’obiettivo di Vaccaro sono passati personaggi come Sophia Loren, Pablo Picasso, Marlon Brando, Charlie Chaplin e John Kennedy.

Vaccaro, tra l’altro, è riconosciuto come uno dei più grandi fotografi di guerra della storia ed ha inciso nei costumi e nella moda quando, nei primi anni ‘60, è stato il primo fotografo ad aver immortalato una modella di colore.

“L’apertura del museo – afferma Claudia Lalli vicesindaco di Bonefro – è l’occasione per dare il giusto tributo a un grande artista e un grande uomo come Tony Vaccaro, ma è anche l’occasione per noi molisani di conoscere un personaggio di fama internazionale che ha sempre mantenuto ferme due caratteristiche rare, l’umiltà, e il grande amore per il suo Molise.  Sarà allestita una mostra fotografica permanente intitolata “70 anni di fotografia- Retrospektive”, che attraverso 88 opere ripercorrerà l’intera carriera artistica del maestro Vaccaro: alla Seconda Guerra Mondiale, alla ricostruzione nazionale, fino ai più inediti momenti di vita di grandi star del cinema e della moda, passando attraverso scene di vita reale dalla fortissima carica umana. I visitatori saranno accompagnati in un viaggio nel tempo, dove si incontrano e scontrano due realtà opposte: da una parte l’autenticità del mondo contadino locale, dall’altro i riflettori del grande cinema italiano e americano”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.