Menù

Parco dei Pini, Battista: penso solo al bene della città

Parco dei Pini, Battista: penso solo al bene della città

Lottizzazione Parco dei Pini: braccio di ferro a Palazzo San Giorgio. “L’opposizione di attacca, ma noi non abbiamo preso ancora alcuna decisione”. Il sindaco Battista va dritto al sodo, non scarica le responsabilità di quello che ormai è diventato il ‘caso Parco dei Pini’ sui precedenti governi, ma “non vorrei che qualcuno pensasse che io e la maggioranza stiamo facendo strane manovre. Dietro il nostro temporeggiare c’è solo la voglia di fare bene e di tutelare al massimo il bene comune. Bene che va preservato in ogni occasione e ad ogni costo e che deve spingere noi amministratori a riflettere, a vagliare, a porci mille scrupoli e quando è necessario anche a spogliarci delle nostre idee per abbracciare quelle che si rivelano più utili alla comunità. Credo che l’esperienza a Palazzo San Giorgio possa essere una prova valida sulla mia onestà: in 20 anni di carriera al Comune non mi sono mai comportato da amministratore disonesto, né come chi pensa ai propri interessi”. Il sindaco si riferisce alla lettera con la quale l’ingegnere Renato Eliseo e l’avvocato Salvatore Di Pardo hanno invitato l’amministrazione a vagliare ancora la richiesta di ampliamento della lottizzazione Parco dei Pini. In altre parole hanno chiesto di riconsiderare la possibilità di costruire tre edifici commerciali nelle vicinanze del Consiglio regionale a fronte della possibilità di realizzare una struttura sportiva o polifunzionale, di cui oggi la città necessità per consentire agli atleti che si allenano sull’ex Romagnoli di avere un’altra sede su cui fare sport. “Ma non è certo una lettera che mi può condizionare, né il rapporto con l’avvocato che l’ha inviata.  Vorrei uscire da questa logica e mi piacerebbe che passasse un concetto molto semplice: il sindaco e la sua amministrazione sono chiamati a fare delle scelte, a prendere delle decisioni, mai per se stessi ma sempre per il bene dei cittadini.

Ecco perché voglio tenere presente i nuovi sviluppi di questa vicenda per arrivare convinti alla votazione del 12 settembre. Stiamo analizzando ogni singolo dettaglio per arrivare alla scelta migliore per Campobasso. Tutto il resto sono chiacchiere”. Intanto sulla vicenda continuano le polemiche. Sulla maggioranza il fuoco di fila delle opposizioni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.