Menù

Noto professionista inchiodato dalla Stradale: è accusato di riciclaggio

Hanno usato tutte le accortezze ed abilità manuali ma gli sforzi sono stati inutili: non sono riusciti ad eludere i controlli della Polizia Stradale che ha comunque scoperto il raggiro e inchiodato un noto professionista di Campobasso. Proprio durante gli assidui controlli operati dalla sezione  Stradale di Campobasso nei confronti dei commercianti di auto usate, è stato trovato un veicolo al quale erano stati asportati gli identificativi del numero di telaio. La squadra di Polizia Giudiziaria, a conclusione di laboriose indagini ed accertamenti, è riuscita ad individuare il veicolo sul quale erano stati poi applicati gli elementi identificativi. Particolarmente ‘professionale’ l’intervento di sostituzione della lamiera, ‘tagliata’ lasciando margini di oltre 10 centimetri ai lati del numero di telaio impresso. Ma nemmeno un simile accorgimento è servito per eludere il meticoloso controllo degli uomini della Stradale che, rilevando i punti di saldatura operati in epoca successivi all’uscita del veicolo dalla fabbrica, non ha avuto dubbi sull’alterazione a cui l’auto di grossa cilindrata era stata sottoposta in relazione all’identificazione del telaio. Poi gli ulteriori accertamenti svolti sul motore e su altri particolari, non hanno fatto altro che confermare la provenienza illecita del veicolo. L’intervento della Squadra di Polizia giudiziaria si è conclusa con il sequestro dei due veicoli e la denuncia alla competente autorità giudiziaria del proprietario, tra l’altro un noto e stimato professionista del capoluogo, per il reato di riciclaggio.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.