Menù

Provinciali, a Venafro ‘scontro’ in maggioranza

venafro consiglio panoramica

Provinciali, si va verso lo ‘scontro’ intestino nella maggioranza comunale di Venafro. Come è noto, al momento sono due gli aspiranti alla carica di presidente dell’ente di via Berta: Alfredo Ricci per il centrodestra e Luigi Brasiello per il centrosinistra.

Il vicesindaco di Venafro (nonché consigliere provinciale uscente), però, se fino a ieri credeva di correre senza concorrenti interni, ora dovrà forse ricredersi. Il gruppo che sostiene il sindaco di Isernia, Brasiello, infatti sta premendo forte sull’amministrazione venafrana per avere un candidato di area. Fuori dalla rosa il primo cittadino Antonio Sorbo ed il capogruppo di maggioranza Marcello Cuzzone, entrambi consiglieri provinciali uscenti che pagano un pò la voglia di rinnovamento per via Berta e un pò il fatto di aver ‘ostacolato’ il nome di Brasiello, sul tavolo sono rimasti i nomi di Carlo Potena, Dario Ottaviano e Stefania Di Clemente. In particolare, però, aiutata dal prestigioso ruolo ricoperto e dal fatto di appertenere alla quota rosa, la presidente dell’assise civica sarebbe in pole position. A dire il vero, dal capoluogo pentro non sono ancora certi di avere un venafrano in lista, ma credono fortemente che alla fine la Di Clemente accetterà l’incarico e si candiderà anche per non far rimare scoperta la città nel caso in cui dovesse spuntarla Brasiello. Tuttavia, da Palazzo Cimorelli nessuno si sbottona. E non si esclude nemmeno un colpo di coda del sindaco Antonio Sorbo.

Dall’altra parte, invece, Alfredo Ricci prosegue a gonfie vele la propria campagna. Per il vicesindaco ci sarebbe l’imbarazzo della scelta tra Venafro ed hinterland. Tutti sembrano pronti a sostenere il suo nome. In particolare, due nomi avanzano forte nel centrodestra: e sono quello del consigliere provinciale uscente Romeo De Luca e quello del capogruppo di minoranza in Comune (“Venafro che vorrei”), Alfonso Cantone, sostenitore della prima ora del grande accordo di centrodestra. Entro fine settimana si dovrà trovare la quadra e presentare la liste, dunque sono giorni febbrili per i due aspiranti presidente e per i rispettivi gruppi di sostegno. Subito dopo l’ufficialità delle candidature partirà l’assalto al consigliere: quelle del 12 ottobre saranno infatti elezioni di secondo livello.

A votare saranno gli amministratori comunali e non i cittadini. Con voto ponderato, ovvero ogni consigliere ha peso in base al proprio Comune. Per esempio, un consigliere di Venafro ‘pesa’ come l’intero Consiglio di Conca Casale. A proposito di Conca Casale, il sindaco Luciano Bucci dovrebbe essere tra i candidati della lista Ricci nella Valle del Volturno.

Ma la deadline è fissata a sabato. Tra giovedì e venerdì, quindi, tutte le caselle dovranno essere al loro posto. Alfredo Ricci nel Venafrano è molto forte e non dovrebbe avere problemi a sfondare tra gli amministratori locali.

(oggi su Primo Piano Molise in edicola)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.