Menù

Codice rosa, domani seminario del Coisp

Codice rosa, domani seminario del Coisp

In occasione della celebrazione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne, il prossimo 25 novembre, il Coisp (sigla sindacale della Polizia di Stato) ha organizzato, in stretta collaborazione con l’Ufficio Regionale della Consigliera di Parità, un convegno presso l’Università degli Studi del Molise – Facoltà di Giurisprudenza, al fine di illustrare il nuovo decreto-legge 93/2013, convertito poi in legge, che ha previsto un significativo inasprimento delle pene in ordine al crescente fenomeno del ‘femminicidio’.

Quello presso l’Unimol tra l’altro ha rappresentato soltanto la prima tappa di un percorso che proseguirà domani, quando, nell’aula Magna della Scuola Allievi Agenti ‘Giulio Rivera’ di Campobasso, l’organizzazione sindacale assieme alla Consigliera di Parità della Regione Molise Giuditta Lembo ha in programma un seminario, rivolto agli appartenenti della Polizia di Stato, sul tema: ‘la violenza di genere, con particolare riferimento al femminicidio ed al codice rosa’ alla presenza di Vittoria Doretti unitamente ad una rappresentanza della task force della provincia di Grosseto (Chiara Marchetti e Paolo Bischeri) impegnata da diverso tempo e sempre in prima linea contro la violenza sulle donne con ottimi risultati. Ad aprire i lavori sarà il segretario generale del Coisp Franco Maccari.

“Lo scopo che intendiamo raggiungere – fanno sapere dal Cois – è quello i aggiornare il personale della Polizia di Stato in servizio presso questa Regione Molise e di sensibilizzare le Istituzioni e l’opinione pubblica sul tema della violenza sulle donne, la cui tangibile crescita pone seri interrogativi sulle cause da ricondursi verosimilmente ad una crisi di valori morali ed educativi che, nonostante l’emancipazione femminile, ha determinato un venir meno del rispetto per il ruolo insostituibile della donna nell’ambito familiare e lavorativo, una diminuzione della dignità sociale, tale da rappresentare una forma di emergenza criminale a forte impatto sociale”.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.