Menù

Aree fluviali, approvata una nuova direttiva

La giunta regionale ha approvato la nuova direttiva in materia di manutenzione delle aree fluviali ricadenti nel territorio della regione Molise. A renderlo noto l’assessore regionale ai lavori pubblici Pierpaolo Nagni.

“Un atto che non comporta impegni di spesa – tiene a precisare –  in quanto consente l’esecuzione delle opere di ripristino dei corsi d’acqua anche mediante la rimozione di materiali litoidi in alveo o materiale vegetale, prevedendo, nel rapporto con le ditte esecutivi dei lavori, la compensazione degli oneri derivanti dalla realizzazione  dell’opera con il valore del materiale  estratto riutilizzabile, da valutare sulla base dei vigenti canoni demaniali. Ovviamente il tutto avverrà previa approvazione di specifici progetti presentati dalle ditte interessate. Tali progetti potranno anche indicare eventuali piani di manutenzione tesi ad assicurare per un dato periodo di tempo, la piena efficienza dell’intervento proposto.  Ad individuare i siti che necessitano di interventi  di regimazione  idraulica, di movimentazione ed asporto  di materiale, o di opere di difesa spondale, saranno gli uffici della struttura regionale di competenza. Una  volta pubblicati gli elenchi di tali interventi, presso l’albo dei  Comuni e della Regione Molise, le ditte potranno presentare le  istanze che saranno poi valutate dalla struttura che avrà  particolare attenzione rispetto  all’efficacia, alla funzionalità dell’intervento proposto e alla fattibilità tecnico -economica dello stesso per poi procedere alla concessione demaniale per l’esecuzione dei lavori.  La direttiva, così  elaborata, era molto attesa dagli operatori e permetterà di assicurare non solo la messa in sicurezza dei corsi fluviali a costo zero, ma anche la salvaguardia del livello occupazionale degli operatori degli impianti di lavaggio e trasformazione  degli inerti operanti sul territorio  regionale”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.