Menù

Digitalizzazione, Stefano Ramundo annuncia il cambio di rotta

Digitalizzazione, Stefano Ramundo annuncia il cambio di rotta

Si aggiungono altre due caselle alla rosa dei consiglieri delegati scelti dal sindaco Battista per affiancarlo nell’azione di rinnovamento: Francesco De Bernardo si occuperà della rivalutazione e riqualificazione del centro storico; ad Antonio Molinari invece è andata la manutenzione e gestione del verde pubblico.
Due provvedimenti dunque che hanno un obiettivo comune: raggiungere al più presto i risultati che il governo Battista si è prefisso. E tra questi obiettivi c’è anche quello digitalizzazione ossia ridurre al minimo l’utilizzo della carta. “Risparmio, semplicità, trasparenza e tutela dell’ambiente: – spiega Stefano Ramundo, presidente della Commissione Statuto e Regolamenti che annuncia l’inizio di una nuova era a Palazzo San Giorgio – Basta carta sprecata, al Comune di Campobasso si comunica con un clic.
Deliberazioni, determinazioni, atti, comunicazioni e convocazioni da oggi non avverranno più con l’ausilio della carta ma in forma digitale, a garanzia di un notevole risparmio economico, una maggiore efficienza e soprattutto a garanzia del dovuto rispetto per l’ambiente.
Troppe volte si è assistito all’increscioso spreco di carta, e così, il Consiglio Comunale, per il quale ogni convocazione significava fogli e fogli di carta, ha deliberato all’unanimità dei presenti la proposta della Commissione Statuto e Regolamenti, sul passaggio al digitale.
Questo impulso alla modernizzazione della Pubblica Amministrazione si muove attraverso una nuova applicazione tecnologica, in completa coerenza con il quadro normativo attuale, e consente oggi di realizzare i primi benefici, in termini di risparmio e di efficacia. Tuttavia, il successo in tale direzione deve essere necessariamente affiancato dall’atteggiamento propositivo degli amministratori, dei dipendenti che animano la struttura e senza alcun dubbio anche dei cittadini. Occorre, infatti, superare alcune barriere culturali al cambiamento, all’abbandono della carta per un approccio di fiducia nel documento informatico come generatore di progresso, di risparmio economico e salvaguardia ambientale”. Oggi la presentazione dell’iniziativa.
La nuova veste di un’amministrazione più efficiente, attenta e al passo con i tempi”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.