Menù

Stop agli sfratti Iacp, 560mila euro per i morosi incolpevoli

Sospesi gli sfratti per morosità incolpevole per gli inquilini degli Iacp di Campobasso e Isernia. La giunta regionale ha infatti stanziato 560 mila euro che verranno impegnati per far fronte ai casi già interessati da procedura di sfratto, “ma solo se rispondenti a precisi requisiti già individuati dalla struttura”, fa sapere l’assessore regionale alle Politiche abitative, Pierpaolo Nagni. Requisiti essenziali sono: la perdita del lavoro per licenziamento, la riduzione dell’orario di lavoro stabilita con accordi aziendali o sindacali, cassa integrazione ordinaria e straordinaria, mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici, cessazione di attività libero professionale o di impresa registrata derivante da causa di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura considerevole. Tra gli altri casi contemplati, gravi malattie, infortuni o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato la consistente riduzione del reddito complessivo o la necessità di impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche o assistenziali. “Rispondiamo così – ha detto l’assessore – anche alle sollecitazioni dell’associazione inquilini e abitanti e del suo rappresentante Italo Di Sabato, e, soprattutto, diamo modo a chi realmente vive in una condizione di disagio tale da determinare uno stato di morosità incolpevole, di poter tirare un sospiro di sollievo, di non perdere il diritto all’alloggio e di poter riprendere, con modalità concordate, il pagamento del canone di locazione”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.