Menù

Rapina a Santa Croce di Magliano, due ai domiciliari

Rapina a Santa Croce di Magliano, due ai domiciliari

Due foggiani – un 20enne ed un 26enne – sono ai domiciliari perché ritenuti autori, dopo le indagini condotte dall’Arma dei Carabinieri, della rapina a mano armata dello scorso 10 luglio in una tabaccheria di Santa Croce di Magliano.

Erano circa le 20 del 10 luglio quando i due hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale armati di pistola con calze da donna sul capo. Alla presenza dell’addetto alle vendite e di due clienti si sono fatti consegnare diverse centinaia di euro e numerose schede per ricariche telefoniche. L’azione è durata pochissimi minuti e al termine i due si sono allontanati a piedi facendo perdere le tracce.

Gli uomini dell’Arma, una volta raccolte le testimonianze, hanno subito avviato le indagini che hanno una svolta una decina di giorni dopo quando, in flagranza di retato, due giovani sono stati arrestati dai militari della Compagnia di Larino e della Stazione di Santa Croce di Magliano dopo aver dato vita ad un’altra rapina a mano armata, sempre con pistola, in un supermercato.

La fisionomia e le moldaità d’azione hanno rappresentato un indizio importante per gli investigatori che, a quel punto, hanno focalizzato le indagini del primo fatto sugli autori del secondo.

Attraverso approfondimenti di natura tecnica (tabulati telefonici e richieste ai gestori delle società di telefonia per le ricariche), è stato possibile giungere a riscontri determinanti: il telefono cellulare di uno dei giovani si trovava nell’area di Santa Croce proprio nell’orario della rapina e, soprattutto, parte delle ricariche telefoniche erano state utilizzate sulle sim card dei due oltre che su quelle intestate a nominativi di altre persone con il loro stesso cognome, tanto da far ipotizzare una parentela.

A seguito di una serie di perquisizioni effettuate nel foggiano su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato definitivamente accertato che anche la rapina alla tabaccheria era stata opera loro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.