Menù

Commissione Commercio, dopo Colarusso se ne va pure la segretaria

Le dimissioni di Pasquale Colarusso dalla presidenza della commissione Commercio di Palazzo San Giorgio hanno alzato un polverone. La minoranza parla già di ‘inevitabile crisi” e di “prossima rottura degli accordi”. Colarusso non vuole rilasciare dichiarazioni ma pare che la sua decisione di abbandonare il timone dell’organismo consiliare, poco abbia a che fare con possibili incomprensioni con il sindaco o con l’assessore al ramo Salvatore Colagiovanni che invece puntualizza: “Sono convinto che le dimissioni non siano legate al rapporto che Colarusso ha con me e né con me e con Antonio Battista, credo invece che la scelta faccia seguito ad una serie di incomprensioni che Pasquale Colarusso ha avuto con un altro membro della Commissione, incomprensioni che avrebbero spinto anche la segretaria ad abbandonare l’organo consiliare”. Chi sarà il guastafeste? Mentre è aperta la caccia al consigliere ‘disturbatore’ è già iniziato il toto nome del successore. Tanti i possibili candidati alla presidenza della commissione, ruolo che riveste importanza visto che il commercio, in una città come Campobasso, è ritenuto un settore fondamentale. Tra i nomi che circolano si fa strada quello del consigliere Lello Bucci, del Pd, che ha avuto dal sindaco anche l’incarico alla Mobilità. E intanto mentre l’opposizione sfrega le mani in attesa di qualche colpo di scena, la prossima settimana si dovrebbe conoscere il nuovo presidente: ma se in seno alla commissione continuerà a restare in carica il disturbatore ufficiale, il timoniere dovrà usare altri metodi per tenerlo a bada. Ne va della sua poltrona.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.