Menù

Patto per la sicurezza, il Molise si difende dalla criminalità

Patto per la sicurezza, il Molise si difende dalla criminalità

CAMPOBASSO. “Sono convinto che questo protocollo sarà un riferimento per altre Regioni e offrirà un significativo contributo perché attraverso il coordinamento delle forze di Polizia, lo scambio di informazioni e un lavoro comune sarà possibile migliorare le condizioni di crescita e di sviluppo economico”: così il vice ministro degli Interni Filippo Bubbico durante la firma del ‘Patto per la sicurezza’ che si è svolta oggi al Palazzo del Governo alla presenza dei prefetti Francescopaolo Di Menna e Filippo Piritore e degli amministratori di undici città molisane: Campobasso, Isernia, Termoli, Bojano, Guglionesi, Agnone, Riccia, Venafro, Campomarino, Montenero di Bisaccia e Larino.

Ottimizzazione del controllo del territorio, intensificazione della collaborazione con le categorie sociali ed economiche maggiormente esposte al rischio criminale, implementazione e  l’ammodernamento dei sistemi di videosorveglianza, contrasto ai tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata negli appalti pubblici e nelle attività d’impresa e, infine, lotta alla diffusione delle sostanze stupefacenti: questi gli obiettivi principali dell’accordo che mette in sinergia Governo, Regione Molise, enti locali e forze dell’ordine.

“Soprattutto nel Mezzogiorno d’Italia – ha spiegato Bubbico – uno dei freni allo sviluppo e che rende poco appetibili per investimenti anche esterni i nostri territorio è costituito dalla componente sicurezza. Per fortuna, in questa regione non registriamo gli stessi problemi del resto del Sud, ma è necessario agire perché non solo la sicurezza percepita dai cittadini risulti soddisfacente, ma perché al tempo stesso è importante che vengano impedite le infiltrazioni criminali che devastano intere aree del Mezzogiorno”.

Commenta