Menù

Riordino Province, prove generali per salvare i dipendenti di via Roma

Riordino Province, prove generali per salvare i dipendenti di via Roma

Antonio Battista ci riprova. Come avvenuto sabato scorso, il sindaco di Campobasso ha convocato per domani pomeriggio, alle 18, il secondo incontro “per discutere in relazione alle nuove funzioni dei Comuni, agli ambiti ottimali e al riordino delle Province”: questo l’ordine del giorno comunicato attraverso una stringata nota da Palazzo San Giorgio.

Di certo, l’argomento più importante riguarda il destino dei novanta dipendenti della Provincia di Campobasso attualmente a rischio licenziamento. Lavoratori a cui l’Ente è costretto a rinunciare tra poco: entro il prossimo 31 marzo saranno stabiliti gli esuberi, così come voluto da Roma che, con la riforma Delrio e la Legge di Stabilità,  ha imposto alle Province di rinunciare al 50 percento della dotazione organica.

Sabato scorso la prima riunione a Palazzo San Giorgio si è conclusa con un nulla di fatto: i sindaci dei piccoli Comuni intervenuti hanno ‘declinato l’offerta’ e esplicitato la loro impossibilità a farsi carico di ulteriori spese per il personale. Si spera che dal summit di oggi si apra qualche spiraglio positivo per i dipendenti della Provincia di Campobasso. Fondamentale sarà anche la partecipazione degli amministratori del Molise centrale, piuttosto scarsa a dir la verità sabato scorso, per valutare la possibilità di un’azione concertata anche in rapporto agli ambiti territoriali e per capire al tempo stesso quali ‘margini di manovra’ ci sono di assumere qualcuno tra i novanta dipendenti di via Roma. Certo, rispetto a sei giorni fa, poco è cambiato anche da un altro punto di vista: nonostante la riunione della Conferenza delle Autonomie locali, nessun passo è stato mosso in settimana sulla tanto attesa legge regionale in cui viene definito il nuovo assetto delle funzioni, radicalmente stravolto dalla soppressione delle Province. Un ruolo legislativo che la normativa nazionale ha assegnato proprio alle Regioni.

Alla riunione convocata domani dal sindaco di Campobasso Antonio Battista sono stati invitati anche il prefetto Francescopaolo Di Menna, i parlamentari molisani , il presidente della Regione Paolo di Laura Frattura, il numero uno della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis e i sindaci dei Comuni del Molise Centrale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.