Menù

Campobasso, raid vandalico notturno in pieno centro

Campobasso, raid vandalico notturno in pieno centro

Vandali ancora in azione in città. Nel mirino  le strade più centrali di Campobasso: una trentina le auto distrutte in via Roma, viale Regina Elena, via Genova, via Trieste, via Albino, via Manzo, via Milano, via Monforte, via Gorizia, via Zara, via Principe di Piemonte. Vetri e specchietti rotti, carrozzerie rovinate: uno spettacolo indecoroso e inusuale per la città. Di sicuro, un’amara sorpresa per chi, stamattina, dovendo prendere la propria vettura per recarsi al lavoro l’ha trovata danneggiata. Stesso discorso per i commercianti di piazza Pepe: nella stessa notte, sono stati portati via i tavolini di un locale che si trova nelle vicinanze della Cattedrale.

Sull’inquietante episodio, compiuto probabilmente sotto l’effetto di sostanze alcoliche o di stupefacenti, indaga ora la Polizia di Campobasso che potrebbe arrivare presto ad identificare gli autori del raid vandalico. Infatti, come fanno sapere dalla Questura, i responsabili si sarebbero feriti nell’infrangere i vetri delle autovetture, consentendo al personale della Polizia Scientifica di rilevare e repertare utili tracce di sostanza ematica. Anche le immagini delle telecamere pubbliche e private poste nelle strade interessate potrebbero consentire alla Squadra Mobile di acciuffare più velocemente i vandali. Per questo, gli agenti che stanno conducendo le indagini dirette all’identificazione degli autori degli atti vandalici stanno acquisendo ogni elemento ripreso dai sistemi video.  Al tempo stesso, le forze dell’ordine chiedono l’aiuto dei cittadini: “Coloro che – è l’appello che arriva dalla sede di via Tiberio – siano in possesso di qualsiasi elemento utile alle indagini ed i gestori di esercizi pubblici che possano aver notato, dalle ore 20 in poi, persone in preda ai fumi dell’alcol o di altre sostanze, sono invitati  a fornire tali informazioni alla Squadra Mobile della Questura di Campobasso”.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.