Menù

La “buona scuola” scende in piazza. Il Molise a Roma

Le associazioni di categoria della scuola stanno preparando con cura il grande sciopero del 5 maggio, il primo unitario dopo sette anni. I promotori sono ottimisti, prevedono un’adesione massiccia nelle principali città italiane, una serrata delle scuole e un fiume di docenti, Ata e dirigenti che parteciperanno alle manifestazioni di piazza.

Il Molise sarà a Roma. Lo ha annunciato questa mattina la Gilda  dei comitati di base degli Insegnanti. Alle 10 a Palazzo Magno il coordinatore Gilda Molise, Michele Paduano e il viceccordinatore nazionale Raffaele Salommanifestazione-la-buona-scuola-1024x683one Megna hanno annunciato la mobilitazione pronta a partire anche da Campobasso. Il tam tam corre via web, l’invito è di organizzare flash mob pacifici e colorati al motto di “nessuno resti a casa” e riempire le piazze d’Italia “con una scuola vera”.

“Su 24 articoli contenuti in questo disegno di legge – ha spiegato Megna –  ci sono 24 criticità, non salviamo nulla. La scuola che avevamo è funzionale all’idea di società contenuta nella nostra carta Costituzionale, certamente migliorabile ma quella che vuole questo governo è una catastrofe”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.