Menù

Stelle al merito del lavoro per sei “maestri” molisani

Stelle al merito del lavoro per sei "maestri" molisani

Maestro del lavoro, una definizione che potrebbe sembrare anacronistica in un momento in cui la disoccupazione sale ancora: al 13 percento secondo i dati Istat resi noti ieri.

In realtà è un titolo che acquista ancora più valore, perché racchiude in se un messaggio, quello contenuto nell’articolo uno della Costituzione.

Sono sei i nuovi maestri del lavoro molisani: Luigi Cantoro di Termoli, Nino Casciano, di Agnone, Carmelina Felice di Campobasso, Mario Griguoli di Trivento, Salvatore Leonardo e Liberato Tamburro, entrambi del capoluogo.

Oltre 30 anni di esperienza per ognuno di loro e una carriera fatta di successi e sacrifici.

Un percorso la cui importanza è stata riconosciuta nel corso della cerimonia di consegna delle stelle al merito, tenutasi come ogmi primo maggio nel palazzo di Governo di Campobasso e presieduta dal prefetto Francescopaolo Di Menna.

<<Tutti gli anni ricorre questa cerimonia che però ha sempre più valore – le parole del Prefetto – io la sento molto. Credo che ancor più in questo momento abbia un significato profondo, perché questi maestri del lavoro rappresentano un esempio per tutti, soprattutto per coloro che non riescono a trovare un occupazione>>

Una scalata di traguardo in traguardo quella di Carmelina Felice, dirigente dell’agenzia Sai.

<<Siamo in un periodo ci crisi – il suo commento – auguro però a tutti di raggiungere questo obiettivo, perché come me, ci sono tante che lo meriterebbero>>

 

E per il sindaco di Campobasso Antonio Battista la ripresa è possibile, ripartendo proprio dall’assunto che l’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro.

<<Le istituzioni insieme possono tentare la strada della ripresa – le dichiarazioni del primo cittadino – per dare nuovo vigore all’elemento basilare della nostra società>>.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.