Menù

Campobasso ‘scalda i motori’ per l’Infiorata

Campobasso 'scalda i motori' per l'Infiorata

Assieme alla sfilata dei Misteri, è uno degli eventi che meglio valorizza il centro storico: il connubio tra fede e tradizione è una parte fondamentale dell’Infiorata che conclude il mese mariano. In particolare, l’evento campobassano è dedicato alla Madonna dei Monti, la cui statua viene portata in processione nel centro cittadino e poi nel borgo antico. E’ quest’ultimo il cuore pulsante dei preparativi, entrati nel clou in questi giorni: dalle idee per i tappeti di fiori, una vera ‘esplosione’ di colori, alla raccolta delle ‘materie prime’, in primis dei petali di rose (per la maggior parte donati), delle zolle di erba e della sabbia con cui realizzare i ‘quadri’. Ci si mette all’opera la mattina presto affinché tutto sia pronto il pomeriggio, quando la processione, dalle 16 e 30, attraverserà le vie del borgo antico con in testa l’arcivescovo Giancarlo Maria Bregantini.

“Avviene tutto attraverso manodopera volontaria – sottolinea Antonio, uno dei commercianti di via Cannavina, impegnato nella manifestazione – lo facciamo per devozione e perché pensiamo che è uno dei pochi momenti in cui si riesce a rivitalizzare il centro storico, che altrimenti è dimenticato dall’amministrazione comunale”.

Intanto la polizia municipale ha approntato l’ordinanza di chiusura delle strade che saranno interessate alla Processione: Piazzale Castello Monforte, viale delle Rimembranze, salita San Bartolomeo, via Chiarizia, Largo San Leonardo, via Sant’Antonio Abate, via Marconi, Piazza Pepe, corsi Vittorio Emanuele, Piazza Vittorio Emanuele, Via Nobile e via Cavour, via Garibaldi, via Mazzini, via Ferrari, via Ziccardi, viale del Castello, Salita San Paolo, Salita Santa Maria Maggiore.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.