Menù

Sui Navigli di Milano la ‘Ndocciata di Agnone

foto Darsena

È ufficiale. La ‘Ndocciata di  Agnone sarà protagonista ad Expo. Da pochi giorni il Comune di Agnone ha ricevuto l’autorizzazione ufficiale dal Comune di Milano per “Il Giorno del Fuoco”, che invaderà di luci e di fiaccole ardenti la nuova darsena dei Navigli di Milano sabato 26 settembre 2015. Questa la data ufficiale che è stata appena sancita dal Comune di Milano  e dal Comune di Agnone per la spettacolare manifestazione che ha l’ambizione di far conoscere e promuovere il territorio dell’Alto Molise e dell’intera regione nel resto del pianeta, creando i presupposti per fare turismo in modo professionale. La ‘Ndocciata infiammerà il cuore della città meneghina, sfilando sulla darsena dei Navigli in un gioco incantevole di riflessi sull’acqua. Per l’occasione, che vedrà inoltre tanti eventi collaterali made in Molise, il Comune di Agnone, in collaborazione con la Pro loco, le associazioni locali e grazie ad una riuscita cooperazione tra pubblico e privato (in prima fila tante attività produttive agnonesi) sono stati organizzati diversi pacchetti turistici – i quali saranno promossi anche ad Expo durante la settimana molisana dal 17 al 23 luglio 2015 – che puntano ad attirare visitatori di ogni luogo in Alto Molise. Tra questi, il pacchetto intitolato non a caso “I Giorni del Ritorno” è dedicato a tutte le persone originarie del territorio molisano e a tutti i discendenti degli agnonesi emigrati oltreoceano, i quali avranno la possibilità di tornare in Molise e di partecipare da protagonisti a Il Giorno del Fuoco di Milano. Dal 21 al 27 settembre, i molisani nel mondo saranno invitati a riscoprire le origini dei propri antenati, a partire dalla storia, la cultura e le eccellenze enogastronomiche della terra alto molisana. Saranno accolti in Alto Molise con una serie di tour ed eventi all’insegna della riscoperta della propria identità, per poi viaggiare tutti insieme a Milano nei giorni di sabato 26 e domenica 27 settembre, in concomitanza con la sfilata delle ‘ndocce milanesi. Un modo speciale per ritrovare i luoghi delle radici e per esportare la molisanità nella città di Expo, fulcro fino ad ottobre dei popoli del pianeta.

fuoco che arde

«Per il Comune di Agnone – dice il vicesindaco Maurizio Cacciavillani, tra i promotori dell’iniziativa – aver ricevuto l’ufficialità e il patrocinio dal Comune di Milano per il nostro grande evento è un momento storico. Il Giorno del Fuoco all’interno di Expo 2015 avrà un grande risalto mediatico e non sarà un’autocelebrazione di Agnone e della sua ‘Ndocciata, ma un evento finalizzato ad un importante ritorno turistico sull’intero territorio molisano. Già tante aziende di Agnone – i caseifici Di Pasquo e Di Nucci, la dolciaria Labbate e Mazziotta, il pasticciere Gerry Labbate, la chef Stefania Di Pasquo – hanno preso parte all’esposizione universale, sintomo che c’è voglia di mettersi in gioco. Il Giorno del Fuoco sarà il momento clou, ci darà una visibilità assoluta. Sarà uno degli eventi di punta del palinsesto milanese. Adesso abbiamo una grossa responsabilità nell’organizzare nel migliore dei modi la manifestazione. E la Regione Molise, che finanzierà gran parte dell’evento, ci sarà affianco».

ndocce2

Il Giorno del Fuoco ad Expo, dunque, come trampolino di lancio per presentare il territorio oltre ogni confine e far si che l’Alto Molise e il Molise possano fare un salto di qualità necessario per lo sviluppo turistico. Il risultato è frutto di una stretta collaborazione, intrapresa da più di un anno tra pubblico e privato, sotto lo slogan “Expose your land. Nutri te stesso, sostieni la tua terra”, collaborazione che ha visto tante aziende di Agnone e la Fonderia delle campane Marinelli impegnarsi insieme per l’importante obiettivo, primo tassello di un’ambiziosa operazione di marketing territoriale.

Presto tutte le informazioni su Il Giorno del Fuoco saranno online sul sito www.agnone4expo.com

 

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.