Menù

Edilizia, l’Ance Molise lancia l’allarme

Edilizia, l'Ance Molise lancia l'allarme

Un vero è proprio allarme. Lo lancia Umberto Uliano, presidente dell’Ance Molise l’associazione degli imprenditori edili.

Il settore costruzioni sul territorio è ancora in difficoltà con effetti drammatici su occupazione e imprese.

“I nostri – spiega Uliano – sono dati, non interpretazioni. La drammaticità della situazione, più volte segnalata anche con interventi determinati, testimonia che il comparto delle costruzioni è vicino alla chiusura. Ci vogliono interventi urgenti e costanti, ma subito e non a fine anno o nel 2016. La situazione sta assumendo toni da vero e proprio allarme sociale. Il Molise è la regione che ha perso più occupati nelle costruzioni, il 25,5%. Ed è un dato sconcertante: proprio la nostra regione in cui l’edilizia ha sempre rappresentato il traino dell’economia regionale, la più importante fonte di occupazione, continua a perdere maestranze senza che nessuno faccia nulla per evitare il tracollo. A ciò si aggiunge la chiusura in Molise di ben 339 aziende edili tra il 2008 e il 2013. Per le opere pubbliche il contesto è tale che non possiamo parlare più neppure di un settore nella nostra regione, ma solo di iniziativa sporadiche, quasi occasionali da parte della stazioni appaltanti. I dati parlano da soli: nel periodo gennaio-maggio 2015 i bandi di gara sono calati del 63,8%.  Con questi 9 anni di crisi l’edilizia in Molise è finita. Bisogna attivare subito un programma straordinario di piccoli interventi che unito alla immediata attivazione dei 90 milioni di euro del programma sulla viabilità e alla celere riprogrammazione dei fondi per l’autostrada possa contribuire a recuperare il terreno perduto”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.