Menù

Nel segno della ‘Ndocciata, Agnone e Milano fanno squadra per il dopo Expo

'Ndocciata

Dopo Expo, si parla di un “gemellaggio” tra Agnone e Milano. Stasera sarà rivelato il tipo di collaborazione tra le due città.

Le aziende e i protagonisti de “Il giorno del fuoco”, la manifestazione che si è svolta a Milano il 26 settembre scorso con la sfilata della ‘Ndocciata (evento di punta di Expo in Città), si raccontano oggi al Teatro italo argentino. Alle 17.00, alla presenza di Bianca Maria Locatelli, responsabile di Expo in Città, sul palco si alterneranno i responsabili di 7 aziende agnonesi che faranno un resoconto sulla partecipazione all’evento milanese e sulle prospettive di tale collaborazione. Tra queste la dolciaria Carosella, locanda Mammì, caseificio Di Pasquo, Labbate e Mazziotta, la Ramera, caseificio Di Nucci e la fonderia Marinelli.  Durante la serata, che vedrà protagonisti ‘ndocciatori ed organizzatori, tra cui la Pro loco di Agnone e il Comune, sarà annunciato anche il tipo di rapporto che sarà instaurato tra la città di Agnone e di Milano. Si parla di un gemellaggio o di una collaborazione a fini turistico-culturali, ma solo stasera saranno sciolte ufficialmente le riserve.  Durante la serata, impreziosita dagli interventi musicali a cura del Simone Sala trio, saranno proiettati video e filmati. Per l’occasione, sarà inaugurata anche la mostra fotografica di Danilo Di Nucci, che racconta “Il giorno del fuoco” milanese. Domani 8 dicembre 2015, a partire dalle 18.00, sul corso principale di Agnone, sfileranno le torce infuocate della ‘Ndocciata dell’anno giubilare, nel giorno dell’apertura del Giubileo in piazza San Pietro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.