Menù

Ruba soldi e preziosi al fratello e al padre, 25enne venafrano nei guai

Ruba soldi e preziosi al fratello e al padre, 25enne venafrano nei guai

Carabinieri all’opera su tutto il territorio pentro nella lotta ai retati. A Montaquila, denunciato un 22enne pakistano che, in una struttura di prima accoglienza, ha aggredito per futili motivi un connazionale con un coltello procurandogli ferite guaribili in dieci giorni. Contusi, nella circostanza, anche altri deu pakistani.

A Venafro, invece, denunciato un 25enne del posto ritenuto autore di due furti in abitazione. I militari hanno agito dopo le segnalazioni dei proprietari che hanno denunciato il forto di alcune somme di denaro, monili ed oggetti preziosi. I Carabinieri hanno provato ad indagare nei compro oro, ma alla fine è emersa una verità sorprendente: a compiere i furti era stato l’uomo, rispettivamente fratello e figlio delle vittime che ora dovrà rispondere di furto aggravato continuato.

Sempre a Venafro, poi, denunciati un 28enne ed una 24enne, entrambi originari della provincia di Foggia, per truffa aggravata ai danni di un parroco. Fingendosi in gravi difficoltà economiche e con una bambina piccola con problemi di salute, a mezzo telefono, con artifizi e raggiri si erano fatti accreditare somme di denaro su una poste-pay a loro intestata. Nella circostanza, è stato accertato che gli stessi avevano usato la medesia tecnica truffaldina almeno con un’altra decina di parroci in varie province del centro-nord.

Infine ad Isernia, i militari denunciato un 50enne, titolare di una impresa  edile, per inosservanza alle norme previste per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e per sfruttamento del lavoro nero.

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.