Menù

Inquinamento Volturno, “il fatto non sussiste”

Depuratore Consorzio industriale

Inquinamento del fiume Volturno per gli scarichi del collettore del Nucleo indu- striale? “Il fatto non sussite”. Questo è quanto ha stabilito la giudice del Tribunale di Isernia, Vera Iaselli, assolvendo dunque con formula piena l’imputato – l’ingegnere responsabile della gestione del depuratore – per “distruzione o deturpamento di bellezze naturali”, “danneggiamento ambientale” e violazione del decreto legislativo numero 152/06 “Norme in materia ambientale”. I fatti risalivano al 2013 quando nel fiume si registrò una morìa di pesci. Subito scattarono le puntuali indagini del Corpo forestale dello Stato. Ma ora è arrivata l’assoluzione a mettere una pietra forse tombale sull’episodio. 

(tutti i particolari su Primo Piano Molise di oggi venerdi in edicola)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.