Menù

Via libera dal Cipe al Patto per il Molise

Via libera dal Cipe al Patto per il Molise

Più di 13 miliardi di euro – 13,4 nel complesso – sono stati assegnati dal Cipe ai Patti per il Sud. La delibera, come annunciato alla vigilia nella convocazione inviata ai governatori delle Regioni e ai sindaci delle Città metropolitane interessate, durante la seduta che, presieduta dal premier Matteo Renzi, si è tenuta ieri a Palazzo Chigi, dopo la riunione del Consiglio dei ministri delle 17.

Con l’assegnazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione ai ‘Patti per il Sud’ il Comitato ha dato il via al Masterplan per il Mezzogiorno, il piano del governo per rilancio economico delle regioni meridionali. Il programma di investimenti è finalizzato a finanziare interventi da realizzare attraverso accordi interistituzionali ad hoc. Le assegnazioni, spiega la nota diramata dal Cipe a margine della seduta, tengono conto degli impieghi già disposti e della chiave di riparto percentuale del Fondo per lo sviluppo e la coesione (80% al Mezzogiorno e 20% al Centro-Nord). Questa la dotazione finanziaria di ciascun Patto: Regione Abruzzo: 753,4 milioni di euro; Regione Basilicata: 565,2 milioni di euro; Regione Calabria: 1.198,7 milioni di euro; Città di Reggio Calabria: 133 milioni di euro; Regione Campania: 2.780,2 milioni di euro; Città di Napoli: 308 milioni di euro; Regione Molise: 378 milioni di euro; Regione Puglia: 2.071,5 milioni di euro; Città di Bari: 230 milioni di euro; Regione Sardegna: 1.509,6 milioni di euro; Città di Cagliari: 168 milioni di euro; Regione Siciliana: 2.320,4 milioni di euro; Città di Catania: 332 milioni di euro; Città di Messina: 332 milioni di euro; Città di Palermo: 332 milioni di euro.

Gli investimenti sono stati programmati per ‘aree tematiche prioritarie d’intervento’: le politiche pubbliche considerate strategiche per il rilancio del Mezzogiorno del Paese.

Il Cipe, si legge ancora nei comunicati di fine seduta, ha anche approvato – in attuazione dell’articolo 1, comma 703, lettere a) e b) della legge n. 190/2014 (legge di Stabilità 2015), l’individuazione delle aree tematiche e degli obiettivi strategici su cui impiegare la dotazione finanziaria del Fondo Sviluppo e coesione.

Il Patto per il Molise è stato firmato a Campobasso il 26 luglio dal governatore Paolo Frattura, che ieri ha preso parte alla riunione a Palazzo Chigi, e dal premier Renzi. Il valore complessivo degli investimenti divisi in cinque assi (dalle infrastrutture allo sviluppo economico passando per il turismo, la cultura e la formazione innovativa) è di circa 728 milioni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.