Menù

Provincia, Battista: “Parte la stagione dei grandi cambiamenti”

Provincia, Battista: "Parte la stagione dei grandi cambiamenti"

“È un giorno importante per la Provincia di Campobasso dove si avvia una nuova stagione, di grandi cambiamenti e di rinnovamento”: Antonio Battista commenta così la sua elezione al vertice di Palazzo Magno.

“Un grazie a chi ha condiviso questa scelta facendo, immediatamente, quadrato attorno alla mia persona e riuscendo a unire, nel contempo, tutte le forze di centrosinistra. Un grazie di cuore ai colleghi sindaci che sin da subito hanno accolto con favore la mia decisione di accettare la sfida elettorale, sindaci che mi sono stati vicini comprendendo le difficoltà, e lo dico senza retorica né strumentalizzazioni, che occorrerà affrontare e superare per poter, oggi, governare le Province, enti di secondo livello, già molto ridimensionate e il cui futuro è legato al risultato del referendum costituzionale. Voglio ringraziare anche tutti i candidati che come me ci hanno messo la faccia e il cuore in questa avventura. Un grazie ai consiglieri dei Comuni che ricadono nel territorio chiamato alle urne per aver affidato nelle mie mani, e in quelle di chi ha condiviso con me questa scommessa, una partita difficile ma che voglio giocare in sinergia con la mia validissima squadra. Insieme, ne sono sicuro, governeremo al meglio la Provincia e faremo in modo che le problematiche non prendano mai il posto di una sana gestione delle risorse, pochissime, che useremo per le priorità di questa nostra area.

I punti chiave. “Scuole e viabilità i pilastri del nostro ponte che ci condurrà a disegnare il nuovo volto delle Province. Il mio impegno, sin da adesso, è quello di essere quanto più vicino possibile al territorio, alle grandi comunità ma soprattutto a quelle più piccole cercando di dare, con le esigue risorse che abbiamo a disposizione, le risposte che i colleghi amministratori si aspettano per i loro comuni e le loro popolazioni. Presterò grande attenzione alle aree interne, a quelle che maggiormente patiscono le riduzioni dei trasferimenti statali e la crisi economica che allontana da questa terra i nostri giovani. Sin da adesso chiedo il supporto e il sostegno di chi ci rappresenta in Parlamento, del governatore e degli assessori regionali e di tutti gli amministratori perché è solo stando insieme, attraverso un lavoro quotidiano, dentro ma soprattutto fuori dal Palazzo, che riusciremo a portare avanti il mandato elettorale, quello che, con onestà intellettuale e grande senso di responsabilità, oggi ha inizio”.

Al predecessore. “Non da ultimo vorrei ringraziare il presidente uscente Rosario de Matteis per aver traghettato con enormi sforzi e difficoltà l’ente che oggi noi prendiamo in consegna per gestirlo con trasparenza e onestà con l’obiettivo di trasformare questo territorio in una grande, forte ed orgogliosa comunità”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.