Menù

Gambatesa in controtendenza: bollette Tari più basse grazie alla ‘caccia’ agli evasori

Gambatesa in controtendenza: bollette Tari più basse grazie alla 'caccia' agli evasori

Per il secondo anno consecutivo i cittadini di Gambatesa vedono diminuire la bolletta dei rifiuti in controtendenza rispetto al sensibile aumento dei costi di conferimento in discarica. Nel 2015, grazie all’avvio della raccolta differenziata, la Tari subì un abbattimento medio di circa l’8%; per il 2016 il ribasso è minimo, circa 0,1%, ma significativo se si considera che smaltire in discarica una tonnellata di rifiuto indifferenziato oggi costa 94 euro rispetto agli 81 euro del 2015, mentre la stessa quantità di frazione umida costa 70 euro rispetto ai 50 euro dell’anno precedente. Sulla lieve diminuzione del tributo ha inciso fortemente l’attività di allineamento dei ruoli Tari che ha permesso di compensare i maggiori costi.

“Pagare tutti per pagare meno!” è lo slogan lanciato lo scorso anno dall’amministrazione comunale che nel periodo estivo invitò i cittadini a regolarizzare volontariamente le posizioni fiscali relative ai rifiuti sia in termini di componenti del nucleo familiare che di metri quadri dichiarati e nuove abitazioni non iscritte. La somma delle adesioni volontarie e delle iscrizioni d’ufficio (effettuate sempre in contraddittorio con gli interessati) hanno permesso un recupero di circa 3.600 metri quadrati di superficie precedentemente non dichiarati e 78 utenti nuovi utenti iscritti a ruolo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.