Menù

Truffe, carabinieri nelle parrocchie per mettere in guardia gli anziani

Truffe, carabinieri nelle parrocchie per mettere in guardia gli anziani

Continuano gli incontri dei Carabinieri presso le parrocchie della provincia di Isernia, così come concordato con il vescovo della diocesi di Isernia – Venafro, Camillo Cibotti, e di intesa con la locale Prefettura, al fine di informare in particolare gli anziani, ritenuti tra le vittime più vulnerabili, sui pericoli delle truffe e sui consigli di come evitarle. L’ultimo intervento in ordine di tempo si è tenuto presso la chiesa di Santa Maria Assunta, nel comune di Miranda, dove il comandante della Stazione Carabinieri di Isernia, Maresciallo Aiutante Michele Zampini, ha illustrato a circa una cinquantina di partecipanti, un vademecum, pubblicato di recente, quale valido supporto per evitare di rimanere vittime di raggiri di vario genere, e che è stato distribuito in copia a tutti i presenti.

I consigli sono sempre gli stessi, vale a dire quelli di non aprire la porta di casa agli sconosciuti anche se si qualificano come appartenenti alle forze dell’ordine, avvocati o dichiarino di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità (Enel, Inps, fornitura Gas, Telecom). Nessun Ente manda personale a casa per il pagamento in contanti di bollette o per rimborsi. E comunque in caso di dubbio non esitare a chiamare il numero di emergenza “112”, senza formulare alcun prefisso. Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Isernia, ha anche prodotto un video dove vengono rammentati i consigli pratici contro le truffe, che in questi giorni viene riproposto dalle emittenti TV locali ed è tutt’ora presente su “Youtube”. Di recente ha anche partecipato ad una trasmissione dedicata al fenomeno, andata in diretta TV su Rai3.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.