Menù

Emergenza scuole, la Cgil chiede aiuto al prefetto

Emergenza scuole, la Cgil chiede aiuto al prefetto

Flc Cgil Molise chiede al prefetto di Campobasso “per quanto di competenza, di adoperarsi per verificare, insieme alle Istituzioni in indirizzo, altre soluzioni condivise e praticabili per uscire dall’emergenza. Sarebbe auspicabile, al riguardo, la convocazione di un tavolo di confronto tra tutte le parti coinvolte (dirigenti scolastici, genitori, studenti, Rsu dei lavoratori), che veda la presenza dell’Ufficio Scolastico Regionale, che dovrebbe essere parte attiva nel trovare soluzioni da discutere con gli amministratori locali”.

Anche il sindacato scende in campo per cercare una soluzione all’emergenza scuola che s’è venuta a creare soprattutto a Campobasso. “La giunta comunale, fino ad ora, non ha trovato adeguate soluzioni al problema, prefigurando spostamenti a catena da un edificio all’altro (rischiando di scontentare tutti), oppure annunciando l’utilizzo di stabili ad oggi dismessi da riadattare, senza certezza su tempi, e con il rischio di inscenare una “lotta tra i poveri” tra studenti e famiglie dei diversi Istituti. In tal senso, non riteniamo opportuna la scelta di collocare gli alunni della Scuola Primaria “Don Milani” di Campobasso nei locali dell’I.C “D’Ovidio” di via Gorizia. Trattasi di una scelta che non risolve il problema nell’immediato, considerati i tempi di consegna dei locali e l’impossibilità di dare risposte a tutti gli alunni della scuola, e determina criticità anche per futuro, stante il possibile smembramento dell’Istituzione scolastica con evidenti ripercussioni sulle iscrizioni degli alunni”. Da qui la richiesta di intervento fatta al prefetto.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.