Menù

Offende la madre dell’amico e lui lo accoltella, in manette

Offende la madre dell'amico e lui lo accoltella, in manette

La Polizia di Stato di Termoli ha identificato e arrestato un extracomunitario che ha aggredito e accoltellato un connazionale.

Ieri pomeriggio, in piazza Garibaldi, nei pressi  della Stazione ferroviaria, mentre la Volante della Polizia di Stato passava per un controllo di routine, notava che due cittadini di nazionalità tunisina stavano discutendo animatamente. Appena intervenuti, gli agenti constatavano che uno dei due contendenti, cittadino straniero M. H. B., classe 1978, di professione marittimo, aveva poco prima colpito con una coltellata l’altro connazionale, classe 1956, ferendolo al polso della mano sinistra.

Gli agenti della Volante del Commissariato di Termoli bloccavano quindi l’aggressore e lo conducevano in Commissariato per gli accertamenti del caso. Rinvenivano l’arma del delitto, un coltello a serramanico con una lama di circa venti centimetri, sottoposta a sequestro.

La vittima dell’aggressione, che non corre pericolo di vita, veniva trasportata presso l’Ospedale San Timoteo e sottoposta ad intervento chirurgico.

Gli Agenti della Polizia di Stato riuscivano a ricostruire i motivi della lite, di natura futile, legati a epiteti che l’aggredito avrebbe proferito al suo aggressore, riguardanti la madre di quest’ultimo, che il marittimo non avrebbe né gradito né tollerato, reagendo in modo spropositato, con intento fortemente lesivo.

Al termine degli accertamenti, i due stranieri risultavano essere regolari sul territorio nazionale, entrambi residenti a Termoli.

Lo straniero in questione veniva tratto in arresto in flagranza di reato per tentato omicidio, a disposizione del pm di turno della Procura di Larino Federico Carrai che ne disponeva la traduzione presso la Casa Circondariale di Larino.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.