Menù

Zuccherificio, Iorio: «Si poteva salvare»

Zuccherificio, Iorio: «Si poteva salvare»
Sulla vicenda dello Zuccherificio del Molise interviene il consigliere regionale, leader dell’opposizione, Michele Iorio.
Per l’esponente di centrodestra «si poteva salvare e spero che nel prossimo  Consiglio regionale  ci venga dato un chiarimento convincente sulla problematica o meglio, sulla repentina scomparsa dello stabilimento.  Perché la vicenda delle “quote” ancora in possesso della SpA, che potevano essere utilizzate per un valore che oscilla dai 6 ai 7 milioni di euro, pone un dubbio atroce sul fallimento  della srl e sulla repentina decisione di procedere  allo “spezzatino” per vendere l’azienda. È del tutto evidente  che esiste una responsabilità politica che ha determinato la fine della filiera saccarifera molisana. È la responsabilità di aver rinunciato a qualsiasi possibile iniziativa finanziaria per evitare lo sfacelo di un notevole valore patrimoniale.  Ancor maggiore è la responsabilità di aver affermato, anche in Consiglio regionale, che la produzione di zucchero non è più un interesse del Molise. Non sono certo un giurista raffinato né un economista illuminato come spesso si descrive qualche assessore con una buona dose di autoreferenzialità e di autocelebrazione ma una cosa è sicura: se avessi avuto la possibilità di decidere avrei fatto cose diverse».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.