Menù

Ricorso Herambiente, “Mamme”: fiducia nella magistratura

Ricorso Herambiente, "Mamme": fiducia nella magistratura

Le Mamme per la salute e l’ambiente considerano «importante» la tappa di domani. Presso il Tar Molise verranno infatti discussi i tre ricorsi proposti da Herambiente, uno dei quali teso direttamente a rivedere l’Autorizzazione integrata ambientale rilasciata nel luglio 2015 dalla Regione Molise sostanzialmente con l’ok di tutte le parti: tanti enti (Regione stessa, Provincia, Comuni di Venafro e di Montaquila) e associazioni si sono costituiti, tra cui pure il Codacons e il comitato «Donne 29 agosto» – non però l’Arpa ed il Comune di Pozzilli.
«Il 10 maggio a Campobasso si gioca un’altra manche della partita a difesa della nostra salute e del nostro territorio – fanno sapere ufficialmente le Mamme -. È un momento importante per la comunità che l’associazione affronta con grande consapevolezza e serenità come sempre. Abbiamo iniziato questa partita oltre 10 anni fa rivendicando in modo corretto e civile il diritto alla salute di tutti e il diritto a vivere in un ambiente sano».
Però, «per anni è stata portata avanti una politica di disinformazione e sottovalutazione delle problematiche ambientali, difficili da contrastare se non producendo prove e documenti inconfutabili come abbiamo fatto. Capiamo che la nuova consapevolezza dei cittadini crea grande disagio in alcuni: ciò non può giustificare strumentalizzazioni e ancor meno offese gratuite e prive di fondamento», è la dura risposta delle Mamme pare diretta al presidente di Herambiente che a Primo Piano Molise, senza tanti giri di parole, aveva adombrato “sospetti” circa una presunta velleità di protagonismo da parte di chi contesta la presenza del termovalorizzatore nella Piana di Venafro.
Sia come sia, domani mattina l’associazione e i cittadini della Valle del Volturno saranno in presidio dinanzi al Tar Molise anche «per rinnovare la massima fiducia che da sempre si ripone nel lavoro della Magistratura».
Un pullman di “manifestanti” partirà alle ore 7 dalle Quattro Cannelle per assistere all’udienza pubblica presso il Tar. Non è dato sapere quando i giudici emetteranno la sentenza.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.