Menù

Venafro, il Rava diventa marrone. L’Arpa analizza l’acqua del torrente

Venafro, il Rava diventa marrone. L’Arpa analizza l’acqua del torrente

Allerta per lo stato di salute del torrente Rava. Ieri mattina, grazie alla grande attenzione di due donne che si trovavano a passeggiare lungo il corso d’acqua, ci si è resi conto che il torrente era diventato marrone e putrido. Un odore nauseabondo ed insopportabile veniva quindi emanato dal Rava. Al punto da far scattare l’allarme. Sul posto si sono così subito fiondati i Carabinieri Forestali e, poco dopo, l’Arpa Molise.
«Non solo l’aria, adesso anche l’acqua è inquinata», ha esclamato preoccupato un residente.
La situazione comunque è stata attentamente analizzata dai berretti verdi insieme ai tecnici dell’Arpa e ai responsabili del Consorzio di bonifica. Questi ultimi intervenuti poiché pare infatti che il fenomeno sia stato determinato dall’immissione di acqua (va detto: limpida) da una vasca sul fiume Volturno che giunta nel Rava ha letteralmente “smosso” il letto del torrente “sollevando” i residui di precedenti sversamenti (autorizzati e magari anche abusi da parte di cittadini) depositati sul fondo che in condizioni normali – cioè con una portata scarsa – restano ancorati.
Sia come sia, l’Arpa ha comunque proceduto a prelevare dei campioni di acuqa che verranno quindi analizzati nelle prossime ore per comprendere quali sostanze siano presenti nel torrente.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.