Menù

Arrivano 5 milioni e mezzo per la nevicata di gennaio

Arrivano 5 milioni e mezzo per la nevicata di gennaio

Dal Fondo per le emergenze nazionali 5,4 milioni di euro per la realizzazione delle iniziative d’urgenza necessarie in Molise a seguito della neve dell’inverno scorso. Le risorse sono state stanziate dal Consiglio dei ministri con ordinanza del capo del Dipartimento di Protezione civile Curcio.
«Il governo, che nella seduta del 16 giugno ha deliberato lo stato di emergenza per la nostra regione – spiega il presidente della Regione Paolo Frattura – determinato dagli eccezionali fenomeni meteorologici di gennaio 2017, ci riserva dal Fondo per le emergenze una quota importante, 5.400.000 di euro, per il ripristino dei principali e più gravi danni subiti: è quanto ci aspettavamo per i primi interventi».
«L’assegnazione di tali risorse – prosegue – corrisponde al lavoro di ricognizione che, assieme ai sindaci dei comuni colpiti dalla pesante ondata di maltempo e al nostro Servizio di Protezione civile coordinato dal consigliere delegato Salvatore Ciocca, abbiamo condotto con serietà presentando al governo un quadro ampio ma assolutamente ponderato rispetto a una situazione generale evidentemente compromessa tra movimenti franosi e danneggiamenti rilevati alle infrastrutture viarie, agli edifici pubblici e privati, alla rete dei servizi essenziali e alle attività agricole e produttive operanti in Molise. La convinzione di dovere metter in sicurezza il nostro territorio con il sostegno del governo, che ringraziamo per l’approvazione complessiva dell’impianto che abbiamo presentato, ci ha spinti a procedere con rigore: prezioso, in questo senso – rimarca Frattura –, è stato ancora l’apporto delle amministrazione locali che con noi hanno condiviso un approccio diverso rispetto ad alcune scelte operate in passato, le stesse che noi, sempre con i sindaci, stiamo ancora provando a risolvere».
Con l’ordinanza di Curcio il presidente Frattura è stato nominato commissario delegato per fronteggiare l’emergenza neve 2017.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.