Menù

Campobasso, giovane donna aggredita da un ragazzo di colore: voleva rubarle la borsetta

L’episodio, su cui sta ancora indagando la Polizia – che ha quasi chiuso il cerchio – è accaduto lunedì sera, intorno alle 22.30 in contrada Colle delle Api. Protagonista una ragazza di 30 anni che ha subito un tentativo di scippo da parte di un uomo di colore. Il borseggiatore l’ha seguita per una decina di metri, poi approfittando della scarsa illuminazione, l’ha colta di sorpresa, alle spalle, tentando di sfilarle la borsa. La ragazza, nonostante lo spavento, non ha mollato la presa ed ha iniziato ad urlare chiedendo aiuto. A quel punto il borseggiatore ha morso il braccio della ragazza per provare a strapparle la borsa, invano. Poi è scappato facendo perdere le sue tracce. Le urla della ragazza hanno attirato l’attenzione di alcuni residenti della zona, che sono scesi in strada per soccorrerla prima di allertare la Polizia. La Volante è arrivata sul posto qualche minuto dopo ed ha raccolto la testimonianza della ragazza, che per fortuna non ha riportato gravi conseguenze fisiche, ed ha ascoltato i cittadini presenti. Gli agenti sono al lavoro per risalire all’autore del gesto che secondo le ultime notizie trapelate avrebbe le ore contate. Non si esclude – ma non c’è neppure la certezza – che si tratti di uno dei migranti ospitati nei centri di accoglienza della zona.
L’episodio ha comunque provocato numerose reazioni in città. Tra i più polemici Claudia Mistichelli, portavoce di Fratelli d’Italia: «Esprimo solidarietà alla ragazza di Campobasso, aggredita lunedì sera da un giovane di colore. Ormai non si può più sottovalutare la presenza massiccia e l’aumento costante e senza controllo di migranti. Gli stessi, bivaccano senza meta oppure chiedono soldi, anche con prepotenza, in ogni angolo della città. Episodi come questi, alimentano la paura nella popolazione campobassana e minano la serenità della nostra città. Fratelli d’Italia condanna questo gravissimo episodio ai danni di una giovane ragazza indifesa e, auspicando che si faccia presto luce sull’accaduto e che il colpevole venga assicurato alla giustizia, chiede alle istituzioni preposte maggiore controllo sul territorio».
Anche Maurizio Tiberio, coordinatore regionale di Idea, ha stigmatizzato senza mezzi termini l’episodio: «Venerdì scorso avevo denunciato ai microfoni di Teleregione – ha detto – una situazione che a mio parere può avere dei gravi effetti collaterali. E infatti tre giorni dopo è accaduto, sfortunatamente, quello che avevo previsto. L’episodio di lunedì è un segnale che non va assolutamente sottovalutato. La presenza massiccia di migranti nella zona industriale e in tutta la città sta innescando paura e preoccupazione tra la popolazione. Qualcuno mi ha anche chiamato palesando l’idea di organizzare delle ronde. Campobasso, come tutto il Molise, supera di gran lunga le altre zone d’Italia in termini di accoglienza. Il numero di migranti ospitati in rapporto alla popolazione supera di 3 volte e mezzo la media nazionale. E pare che nelle prossime settimane ci sarà una nuova ondata di richiedenti asilo da sistemare nei comuni molisani.
Per questo martedì prossimo abbiamo organizzato davanti alla Prefettura di Campobasso una manifestazione per opporci a questa politica di accoglienza indiscriminata, che non tiene conto del contesto sociale».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.