Menù

Su il sipario sul Festival Mario Lanza, torna pure il concorso

Su il sipario sul Festival Mario Lanza, torna pure il concorso

L’attesa è terminata. Stasera infatti si alza il sipario sul XXI Festival Mario Lanza. Grande novità di quest’anno è il ritorno del Concorso internazionale, giunto alla XV edizione.
La piazza di Filignano si riempirà come sempre all’inverosimile per seguire una delle kermesse più note ed apprezzate dell’intero panorama musicale molisano, nello specifico lirico, dedicate al tenore statunitense di origini filignanesi. Suo padre Antonio Cocozza emigrò negli Usa giovanissimo, ma il legame con la terra natìa non si è mai interrotto.
L’organizzazione del Festival e del Concorso non ha lasciato nulla al caso. Quattro le serate dedicate all’evento.
A testimoniare l’importanza della manifestazione, basti dire che negli scorsi anni hanno presdieduto la giuria personaggi di fama internazionale del calibro di Katia Ricciarelli.
A dimostrare invece l’attualità della figura di Alfred Arnold Cocozza e che la sua voce era e resta immortale basti pensare che la Fiat ha scelto la canzone «Come prima» per lo spot della 500 anniversario, eseguita proprio dell’indimenticato Mario Lanza.
Per quanto concerne il Concorso, i partecipanti saranno divisi in 2 categorie d’età: Mario Lanza Young Professional per nati entro il primo gennaio 1984 e Mario Lanza Senior Professional senza limiti d’età. Entrambe le categorie potranno partecipare al premio speciale «Canzone classica» che sarà assegnato al miglior interprete della canzone classica tratta dal repertorio di Mario Lanza.
Tutti i vincitori e i premiati (in palio anche una borsa di studio da 1.000 euro) ed eventualmente i finalisti con menzione della Giuria debutteranno nel Festival internazionale Mario Lanza” durante il Gran Galà lirico-sinfonico, accompagnati dal Coro e Orchestra Sinfonica Russa «Ciaikowskij» di Udmurtia diretta dal Maestro Leonardo Quadrini, che si terrà il 14 agosto alle ore 21 in piazza Municipio a Filignano. La giuria del Consorso è composta da: Roberto Salvalaio – direttore d’orchestra e compositore; Dante Mariti – produttore televisivo Melos international Rai; Mauro Trombetta – consigliere delegato e artistico dell’Orchestra filarmonica di Montecarlo; Carlo Antonio De Lucia – regista e produttore lirico; Angiolina Sensale – Società dell’Accademia di Voghera – Festival Ultrapadum; Fabio Andreotti – direttore artistico Festival e Concorso Mario Lanza; e Daniela de Marco – segretario artistico Festival e Concorso Mario Lanza.
Il programma prevede per oggi pomeriggio presso il Park Resort & Golf Hotel di Filignano le eliminatorie, che proseguiranno nella stessa location anche nella mattinata e nel pomeriggio di domani. Quindi, nella serata di domani alle ore 21 in piazza Municipio la finale del premio speciale «Canzone classica». Poi, il 13 agosto sempre in piazza finale Mario Lanza Junior Professional e finale Mario Lanza Senior Professional con proclamazione dei vincitori.
Per quanto concerne il Festival, invece, in piazza Municipio stasera alle ore 21 Oro Mediterraneo si esibirà in concerto. Il finale – in programma il 14 sempre alle ore 21 – sarà dunque affidato al Gran Galà lirico-sinfonico dei vincitori e dei premiati del Concorso internazionale Mario Lanza accompagnati dal Coro e Orchestra Sinfonica russa «Ciaikowskij» diretti dal Maestro Leonardo Quadrini.
Il Maestro è diplomato in Direzione d’orchestra, Strumentazione per banda, Musica corale e direzione di coro, Organo e composizione, Pianoforte “summa cum lauda”, ed è docente titolare di Esercitazioni orchestrali presso lo storico conservatorio di Napoli San Pietro a Majella.
Personaggio di spicco della scena nazionale ed internazionale, Quadrini ha tenuto oltre 2600 tra concerti, opere e spettacoli nei 5 continenti e nelle maggiori capitali. Numerose le sue “contaminazioni musicali”, tra gli altri, con artisti del calibro di Antonella Ruggiero, Lucio Dalla, Il Volo, Ivana Spagna, Ron, Albano, Roberto Vecchioni, Stefano De Scalzi, Michael Bolton, Massimo Ranieri, e gli attori Giancarlo Giannini, Michele Placido, Alessandro Preziosi,Michele Mirabella, Moni Ovadia, Sebastiano Somma, Enzo Garinei, Ugo Pagliai.

Chi era Alfred Arnold Cocozza, la stella filignanese

Nato a Filadelfia il 31 gennaio 1921 e morto a Roma il 7 ottobre 1959, Mario Lanza, pseudonimo di Alfred Arnold Cocozza è stato un tenore e attore statunitense di bell’aspetto e di una grande voce, in grado di interpretare svariati generi musicali. Nonostante i suoi successi internazionali non solo nel campo della musica ma anche della cinematografia, Alfred Arnold Cocozza appartiene a Filignano, paese natìo del papà Antonio (la mamma era invece di un paese in provincia di Pescara). La famiglia da Filignano si trasferì negli Usa dove Alfred Arnold diventò Mario Lanza.
Con le sue interpretazioni, in particolare nel film Il grande Caruso (1951), ha avuto il grande merito di far conoscere e amare ai giovani la musica lirica. I suoi dischi sono ancor oggi oggetto di collezione da parte di molti intenditori. Lanza – chiamato familiarmente Freddy – cresce nella casa del nonno materno, proprietario di una drogheria, il quale coltiva la passione per la pittura e possiede una ricca raccolta di dischi di Enrico Caruso; diventa così presto un grande ammiratore del cantante e ascolta spesso tutti i dischi del nonno, divertendosi a cantare le romanze con la sua naturale voce tenorile.
Freddy studia con l’ex cantante lirica Irene Williams, che nel 1940 gli procura un’audizione all’Academy of Music di Filadelfia e fa in modo che il maestro Serge Koussevitzky, giunto in quella città per dirigere un concerto, riesca ad ascoltare la voce del ragazzo. Koussevitzky rimase profondamente impressionato.
Negli Usa spesso si parlava della «superba potenza della sua voce». Tenori del calibro di Pavarotti, Carreras e Domingo si sono ispirati a Mario Lanza, ancora oggi venerato da moltissimi fans in tutto il mondo…

Commenta