Menù

Chiede il pizzo all’ex socio, smascherato dalla polizia

Chiede il pizzo all'ex  socio, smascherato dalla polizia

Hanno provato a chiedergli il pizzo ma la polizia ha fermato gli autori dell’estorsione dietro la quale si celava anche un ex socio della vittima. Protagonista della vicenda un noto imprenditore di bevande della provincia di Campobasso. Gli agenti di via Tiberio hanno denunciato due persone, un 52enne e un 45enne, entrambi residenti a Latina.
Alcuni mesi fa l’imprenditore aveva ricevuto una telefonata minatoria e la richiesta estorsiva di 55mila euro, denaro che avrebbe dovuto consegnare ad un certo “Edoardo” non meglio identificato e ad altri “amici” dei due malviventi. Ai contatti telefonici sono seguiti due incontri con i presunti estorsori, i cui dialoghi sono stati registrati dalla vittima. Avviata l’indagine, la Squadra Mobile di Campobasso ha scoperto che dietro la richiesta estorsiva avanzata si celava un ex socio dell’imprenditore molisano con il quale i rapporti si erano da tempo incrinati a causa di affari economici comuni andati male. La polizia è giunta dunque alla conclusione che fosse lui il mandante della richiesta estorsiva.
Gli investigatori hanno in seguito documentato un incontro avvenuto a Bojano tra l’imprenditori e i suoi estorsori. Nella circostanza l’ex socio si è presentato e ha ritirato una somma di 5mila euro, a fronte dei 55mila euro pretesi. Bloccato immediatamente dopo dalla polizia, l’uomo è stato trovato in possesso dei soldi in precedenza “segnati” dagli inquirenti, e di conseguenza è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Campobasso unitamente al complice.
Ad indagini preliminari concluse ai due è stato notificato un avviso di garanzia. Ora hanno venti giorni di tempo per presentare le loro giustificazioni, a seguito delle quali il ppm valuterà se rinviarli a giudizio.

Commenta