Menù

Piano di riqualificazione, arriva il sì dai balneatori

Piano di riqualificazione, arriva il sì dai balneatori

Sul tema della riqualificazione del centro urbano di Termoli prendono posizione anche gli operatori balneari, sia dal Sib che di altre sigle, che invitano gli organi impegnati nella conferenza decisoria finale che sarà convocata a breve ad approvare il progetto. «Come principali operatori del sistema turistico di Termoli riteniamo doveroso prendere una posizione forte e chiara sul discusso tema della riqualificazione del centro cittadino. La nostra valutazione è del tutto positiva e invitiamo i soggetti coinvolti nella fase decisionale a impedire che Termoli possa perdere questa grande occasione di rilancio. Dopo anni di dura crisi economica, crisi che ha colpito anche il nostro comparto, sarebbe davvero assurdo rifiutare un investimento così considerevole, quasi 20 milioni di euro, che in modo puntuale, quasi chirurgico, andrebbe a risolvere alcuni dei più annosi problemi che vive la città durante il periodo estivo: la carenza di parcheggi, la congestione del traffico, il degrado urbano di zone di pregio turistico in pieno centro. Il turismo contemporaneo vive della capacitò delle città di essere sempre più attrattive; oltre al mare, ai paesaggi e alla gastronomia occorrono servizi innovativi sia nelle strutture private che in quelle pubbliche. La capacità di creare sinergie fra gli investimenti degli imprenditori e la visione futura della città da parte delle amministrazioni è indispensabile per poter continuare a competere in questo mercato. Dopo anni di progetti di corto respiro, questa riqualificazione ha il pregio di indicare una rotta agli imprenditori cittadini, non solo del nostro settore. Termoli punta ancora di più sul turismo, vuole accogliere in modo comodo al centro della città i suoi visitatori e vuole rendere il centro cittadino una grandissima e bella area pedonale a disposizione di tutti. Realizzare questa opera significa accendere un nuovo volano di investimenti che porterebbero tanti privati a investire con convinzione nella città: più riqualificazioni di immobili, più attività commerciali, più concorrenza, maggiore occupazione. Nel rispetto dei vincoli di legge e della nostra identità ribadiamo con vigore che Termoli non può permettersi di perdere questa irripetibile opportunità».

Commenta