Menù

Stranieri espulsi, posti di blocco e B&B al setaccio, stretta della Questura di Campobasso

Stranieri espulsi, posti di blocco e B&B al setaccio, stretta della Questura di Campobasso

Prevenzione e repressione dei reati in genere, ma anche polizia di prossimità per rafforzare nella collettività la percezione della sicurezza. Questi gli intenti perseguiti attraverso controlli straordinari che hanno visto, nei giorni scorsi, la Polizia di Stato particolarmente impegnata su più fronti con il preciso intento di contrastare qualsiasi forma di illegalità sia a Campobasso che nella città di Termoli.
Oltre a mirati e integrati servizi di controllo del territorio espletati dalle Squadre Volanti della Questura e del Commissariato P.S. della cittadina adriatica, i vari dispositivi posti in campo sono stati attuati, di volta in volta, anche con il concorso di personale della Squadra Mobile per gli aspetti di polizia giudiziaria, e della Digos per quelli di carattere info-investigativo. Determinante si è rivelato, ancora una volta, il contributo delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine aggregato da fuori regione che hanno operato in piena sinergia con il personale del posto.
Questo il bilancio delle attività della Polizia: 624 persone controllate, delle quali 52 con precedenti; 398 veicoli controllati, dei quali 164 con il sistema “mercurio”; 2 persone denunciate per guida in stato di ebbrezza; 3 conducenti sanzionati per guida senza copertura assicurativa e per mancata revisione, i veicoli sui quali viaggiavano sono stati sequestrati; una patente ritirata; e un provvedimento di fermo fiscale per mancato pagamento del bollo automobilistico.
In tale contesto operativo, una persona è stata sottoposta a foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Campobasso. L’uomo, di origini pugliesi e con vari precedenti penali per reati contro il patrimonio, si aggirava con fare sospetto nel centro storico, dove è stato fermato e identificato dagli operatori della Volante.
Inoltre, due magrebini sono stati espulsi dal territorio nazionale ed accompagnati alla frontiera di Fiumicino. Uno dei due era stato scarcerato dal carcere di via Cavour dove
aveva scontato una pena per vari reati, mentre l’altro era privo di permesso di soggiorno.
Ulteriormente implementati, a cura di operatori della Divisione della Polizia Amministrativa, anche i controlli alle strutture ricettive (in particolare B&B e affittacamere), tesi a verificarne la regolarità della gestione soprattutto per quanto riguarda la segnalazione delle persone ivi alloggiate.
Quest’ultima attività, prevista dall’articolo 109 Tulps, avviene attraverso la registrazione del gestore su una piattaforma digitale (“Alloggiati Web”), predisposta dal Ministero dell’Interno per perseguire il duplice scopo di contrastare la presenza sul territorio di persone pericolose per la sicurezza pubblica o destinatarie di misure restrittive della libertà personale nonché impedire l’abusivismo commerciale che favorisce la concorrenza sleale e l’evasione fiscale.
Particolarmente impegnate anche le pattuglie della Sezione Polizia Stradale di Campobasso che con la loro assidua presenza sul territorio della provincia hanno contribuito al maggior rispetto delle norme di comportamento prescritte dal Codice della Strada, eseguendo controlli finalizzati alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e/o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e a verificare il corretto utilizzo delle cinture di sicurezza.
A seguito delle attività, sono state identificate 490 persone, controllati 462 veicoli, eseguiti 192 accertamenti etilometrici, contestate 226 violazioni (di cui 26 per mancato uso della cintura). 432 il totale dei punti decurtati.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.