Menù

L’Aspi festeggia a Termoli il primo decennale di grande… mescita

L’Aspi festeggia a Termoli il primo decennale di grande... mescita

Due lustri di gloria per l’Aspi, da festeggiare adeguatamente con il miglior sommelier del mondo e un seminario per qualificare i futuri formatori di eccellenza. L’Associazione della Sommellerie Professionale Italiana (Aspi) nel 2017 compie 10 anni di vita, e la sezione Molise-Abruzzo festeggia questo importante evento con la presenza del suo Presidente e Miglior Sommelier del Mondo 1978 Giuseppe Vaccarini, in una tre giorni cominciata ieri con l’apertura della mostra fotografica “Scatti Divini” sul mondo del vino, che si tiene nel tardo pomeriggio fino a domenica al Castello Svevo di Termoli.
Il Presidente Giuseppe Vaccarini da oggi a domani, terrà anche un seminario per i futuri formatori Aspi e presiederà alla Cena di Gala con i soci dei Coordinamenti Puglia, guidati dal Sommelier Rudy Rinaldi, e Molise-Abruzzo guidati dalla Sommelier Celeste Di Lizio, con la partecipazione anche dei soci del Sud delle Marche.
«Dieci anni di Aspi insieme al nostro Presidente – dice Celeste Di Lizio – che ci onora della sua presenza per questa festa. Abbiamo fatto tanta strada dal 2011 quando abbiamo iniziato l’attività qui in Molise, tenendo corsi per sommelier ogni anno, e arrivando a qualificare un numero di soci ragguardevole in così poco tempo. L’evento più importante che abbiamo organizzato qui in Molise è stato il Concorso Miglior Sommelier d’Italia nel 2012 con la vittoria del grande sommelier Gennaro Buono. In quell’occasione i delegati intervenuti da tutta Europa hanno potuto conoscere Termoli e il Molise e bere i vini di quasi tutte le cantine molisane grazie alla contemporanea organizzazione di “Divinolio – vini e oli nel Borgo Antico di Termoli”, una manifestazione che è stata ritenuta la più importante del vino molisano in Molise e che è stata organizzata ogni anno fino al 2015. Oggi siamo attivi su più fronti, ma quello che ci rende orgogliosi è di avere, tramite la nostra formazione, migliorato il servizio del vino in molti ristoranti molisani e ancor di più di avere qualificato tanti giovani ragazzi e ragazze che stanno lavorando in ristoranti anche all’estero».
Alla festa è presente anche il Coordinamento Puglia guidato da Rudy Rinaldi che a Termoli è di casa: «Bella questa festa per i 10 anni di Aspi, che vorrei ricordare essere l’unica associazione di sommelier in Italia riconosciuta a livello internazionale da Asi (Association de la Sommellerie Internationale) che nel mondo ha più di cinquanta associazioni nazionali federate. Il Coordinamento della Puglia è presente qua con soci delle province di Foggia, Barletta-Andria-Trani e Bari, alcuni dei quali seguiranno il seminario per diventare Formatori nei corsi Aspi, insieme ai loro colleghi di Molise, Abruzzo, Piceno e Fermo. C’è sempre maggiore richiesta di conoscenza nell’ambito del vino, e noi riusciamo ad offrire questa opportunità con uno standard riconosciuto a livello internazionale, soprattutto grazie alla qualità dei nostri formatori».
Alla serata di Gala saranno presenti anche i soci onorari Aspi Pasquale Di Lena, che tanto ha dato per la divulgazione del vino in Italia come direttore dell’Enoteca Nazionale di Siena, e Leonardo Seghetti, enologo di chiara fama, riscopritore del vitigno Pecorino.
I partecipanti al corso per Formatori Aspi sono: Michele Bonfitto, Moreno Bracciotti, Mirella Castelli, Gianpiero Cioci, Elio D’Ambrosio, Ignazio De Ruvo, Raffaele Di Giovinazzo, Carmen Fatica, Angelo La Riccia, Andrea Stefano Marinelli, Giuseppe Mastrototaro, Paolo Ottavi, Alessandro Patuto, Rosario Pierri, Francesco Ricci, Leonardo Tenace, Domenico Valente, Gianluca Venditti, Kitty Vitali e Valentina Zara.
Per informazioni sui prossimi corsi per sommelier e le attività di Aspi in Molise cell. 338 4757792.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.