Menù

Strade da mettere in sicurezza, a Termoli ormai il traguardo è vicino

Strade da mettere in sicurezza, a Termoli ormai il traguardo è vicino

Sono fiduciosi dal Comitato di via Udine riguardo il buon fine del bando pubblico sulla messa in sicurezza delle strade di lottizzazione comunali. «Come avrete sicuramente notato, i nostri aggiornamenti hanno accusato dei rallentamenti. Ma certamente non per nostro disinteresse. Siamo, al contrario, molto interessati agli sviluppi che la problematica della messa in sicurezza delle strade di lottizzazione sta avendo proprio a seguito della presentazione del progetto per la richiesta di cofinanziamento alla Regione Molise. Ci riferiscono dal Comune, è stata nominata e si è riunita la Commissione per la valutazione delle domande inerenti le strade di lottizzazione. Ciò significa che a breve ci sarà la Determina per la quantificazione dei fondi regionali assegnabili ai Comuni che ne hanno fatto richiesta, dalla quale pubblicazione avremo modo di sapere ufficialmente la quantificazione delle somme assegnate al Comune di Termoli. I contatti in amministrazione ci hanno assicurato che Termoli è stato l’unico comune a richiedere il cofinanziamento dell’intervento di messa in sicurezza delle strade di lottizzazione, ragion per cui dovremmo aspirare ad una assegnazione “generosa”, sempre nei limiti delle somme disponibili. E questo è confortante. Il Comitato di Via Udine e dintorni vorrebbe accelerare tutto il processo burocratico che interessa la realizzazione materiale degli interventi, ma purtroppo non dipende da noi. Continuiamo a seguire l’iter da spettatori, anche se facciamo continuamente sentire la nostra presenza con le nostre richieste di notizie, col nostro interessamento. E, se più di qualche volta ci tengono in seria considerazione, è perché dietro di noi ci siete tutti voi. Voi che ci seguite, che ci leggete, che siete coinvolti nella problematica e che ci supportate. Siete voi la nostra forza. Abbiamo atteso, silenti, l’evoluzione degli eventi. Volevamo sapere se il progetto per la messa in sicurezza delle strade di lottizzazione potesse essere approntato in tempo utile per la presentazione della richiesta di cofinanziamento delle opere alla Regione Molise, in scadenza a fine agosto. Abbiamo tirato un sospiro di sollievo nelle scorse settimane. Lunedì 28 agosto l’amministrazione del Comune di Termoli, attraverso l’approvazione della Delibera di Giunta n.233, ha preso atto del progetto di intervento sulle strade di lottizzazione, che prevede un importo complessivo di €.800.659,23, la cui approvazione era necessaria per la richiesta di cofinanziamento regionale di cui alle risorse FSC 2000-2006, impegnando il Comune di Termoli a sostenere i costi dell’intervento non coperti dal cofinanziamento stesso. Non siamo ancora in grado di riferirvi le previsioni progettuali nel dettaglio, ma speriamo di poterlo fare al più presto. Per adesso incrociamo le dita e speriamo che la Regione dia il via libera al cofinanziamento, poiché quello sarebbe il vero punto di svolta. Rappresenterebbe infatti la motivazione alla fattibilità delle opere di messa in sicurezza delle strade di lottizzazione per le quali ci stiamo battendo da molto tempo, togliendo qualsiasi alibi utilizzabile ed utilizzato dalle varie amministrazioni succedutesi da venti anni a questa parte per evitare di intervenire nella problematica. Per adesso non possiamo far altro che prendere atto della volontà che sta mostrando l’amministrazione di procedere lungo il tracciato che dovrebbe portare al traguardo della risoluzione del problema, e certamente non possiamo esserne scontenti. Continueremo comunque a fare ciò che è proprio del nostro Comitato: vigileremo su tutto quello che ci riguarda e che comunque riguarda tutta la cittadinanza. Continueremo ad informare chi ha la pazienza di seguirci tramite i nostri semplici post, perché noi siamo convinti che la forza della gente nasca proprio dall’informazione, e che da questa tragga alimento».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.