Menù

Frana di Pietracatella, l’Anas risponde all’appello

Frana di Pietracatella, l’Anas risponde all’appello

Un tratto di strada da terzo mondo che ogni giorno procura rallentamenti e notevoli disagi ai tantissimi pendolari del Fortore che, per motivi di lavoro o di studio, devono raggiungere il capoluogo di regione. In questi ultimi anni sono stati numerosi i solleciti da parte delle amministrazioni della zona, l’ultima in ordine di tempo quello del sindaco di Tufara Donato Pozzuto che – con un sit-in proprio sulla Stratale 645 all’altezza della frana in agro di Pietracatella – sollecitava un intervento urgente di Regione e Anas. Finora non si è mossa foglia. A marzo però ci sono le elezioni e, come spesso accade, a ridosso di tali scadenze possono succedere dei mezzi miracoli.
In programma per oggi pomeriggio, alle 15, nella sala consiliare di Riccia, un incontro con Gianni Vittorio Armani. Il presidente e amministratore delegato dell’Anas è stato invitato dalla sindaca Micaela Fanelli a «toccare con mano» il disagio che quotidianamente la frana di Pietracatella, lungo la statale che collega Campobasso a Foggia, causa ai tanti automobilisti molisani e pugliesi che l’attraversano.
«Una strada importantissima per le popolazioni del Fortore e per tutti coloro che devono muoversi tra le due città – il commento della Fanelli – dove da anni insiste un esteso movimento franoso, che necessità di un intervento risolutivo. Per questo abbiamo invitato il massimo esponente nazionale dell’Anas, il dottor Armani, che ringraziamo fin d’ora per la sua disponibilità».
Nella sala consiliare del Municipio di Riccia interverranno anche il presidente della Regione Paolo Frattura, l’assessore Pierpaolo Nagni, il consigliere regionale Salvatore Ciocca, sindaci e amministratori del Fortore e delle provincie di Foggia e Benevento.
L’incontro è aperto a tutti.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.