Menù

Responsabile tecnico a Bojano, in 31 sperano nell’incarico

Responsabile tecnico a Bojano, in 31 sperano nell’incarico

Il Comune di Bojano dopo l’espletamento della selezione per individuare il responsabile del Secondo settore Ragioneria, nella quale è risultato vincitore il dottor Antonio Pietrarca, si appresta ad effettuare anche la selezione, per titoli e colloquio, per il conferimento dell’incarico, sempre a tempo determinato e pieno, di responsabile del Settore Tecnico ex articolo 110 del Testo Unico degli Enti Locali, categoria D1, posizione economica D1. Per la partecipazione alla selezione di responsabile del Settore Tecnico, che a differenza del passato adesso comprende i settori Urbanistica, Ambiente e Lavori Pubblici dopo la fusione operata dalla nuova amministrazione Di Biase in un’ottica di risparmio, è richiesto il possesso di diploma di laurea vecchio ordinamento ovvero laurea magistrale (ex laurea specialistica) in architettura, ingegneria ed equipollenti. Il bando di selezione era stato indetto con deliberazione di giunta municipale n. 69 del 22 settembre scorso, che aveva fissato alle ore 12.00 del 5 ottobre la data di scadenza delle domande di partecipazione da parte degli interessati. Trentadue le domande pervenute nei termini previsti, di queste il segretario generale dottor Ciro Ramunni, responsabile del procedimento, durante la fase istruttoria ne ha scartata soltanto una perché l’interessato, l’architetto J Paolo Di Scienza, dipende dell’Ufficio Tecnico di Palazzo San Francesco, non sarebbe in possesso del titolo di studio richiesto. L’elenco degli ammessi alla prova selettiva è stato approvato con determina del segretario (n. 7) adottata nella giornata di ieri. Di seguito i candidati ammessi: Luciano Chieffo; Axel Ciccarella; Luigi Colalillo; Emiliano Cordischi; Addolorata Cristofano; Giuseppe Cutone; Alessio Damiano; Alessandra De Stefano; Yari Di Biase; Gaetano Di Niro; Paolo Di Zanna; Fabiano Teo Falcione; Nicolò Falcione; Giacinta Gasdia; Raffaele Gentile; Francesco Gianfrancesco; Francesco Lastoria; Sara Maccioni; Liberato Marro; Cosimo Montaquila; Adamo Musacchio; Elena Oriente; Silvia Pasquale; Francesca Pietrarca; Sonia Reale; Vincenzo Rosario Robusto; Bart Romano; Antonello Stoppiello; Liberato Teberino; Ugo Toto; Livio Valente. Il segretario Ramunni con propria determinazione (n. 8) anch’essa adottata ieri, ha provveduto alla nomina della commissione giudicatrice relativamente alla citata selezione, di cui sarà presidente.
I componenti della commissione, membri esperti ed esterni, sono: ing. Irene Barilone dipendente responsabile del servizio tecnico del Comune di Montenero Valcocchiara; ing. Roberto Falasca, dipendente responsabile del servizio tecnico del Comune di Pozzilli. Le dipendenti Rosalba De Marco e Caterina Perrella, invece, hanno dato la propria disponibilità per la funzione di segretario verbalizzante, in sostituzione reciproca. Va precisato che solo in favore dei membri esterni è previsto un compenso, così come stabilito dal D.P.C.M. 23 marzo 1995. La commissione, che già dall’inizio settimana si insedierà, esaminerà dapprima i curricula e quindi i titoli in base ai quali stilerà la graduatoria, per poi procedere a convocare i candidati per il colloquio, la cui data sarà comunicata tramite pec e potrà svolgersi anche il giorno successivo al recapito della comunicazione senza possibilità di rinvio. La pec avrà effetto di notifica per tutti gli interessati.
Il colloquio sarà volto ad accertare la conoscenza della normativa di settore degli Enti locali, nonché delle attitudini richieste per lo svolgimento della posizione da ricoprire: capacità di interrelazione, di coordinamento delle risorse, di risoluzione dei problemi, di leadership e di orientamento al risultato connessi al ruolo da ricoprire.
L’incarico a tempo determinato per un anno, in attesa dell’espletamento del relativo concorso a tempo indeterminato, si è reso necessario a seguito del pensionamento dal 1° ottobre dell’ex responsabile del dell’Ufficio Tecnico, arch. Bernardino Primiani. Da sottolineare la nota pervenuta a Palazzo San Francesco della Uil Molise che invitava l’amministrazione ad ammettere alla prova selettiva anche i candidati con laurea triennale.
E.C.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.