Menù

L’occhio del grande fratello punta lo sguardo su Isernia

L’occhio del grande fratello punta lo sguardo su Isernia

Una rete di ben 65 telecamere a monitorare la città di Isernia. Questa è l’idea dell’amministrazione comunale, da mettere in pratica tramite innovative tecnologie utili a ‘connettere’ tutti gli apparecchi che a breve verranno messi in funzione e installati. Tra qualche giorno, infatti, inizieranno i lavori di sistemazione delle 47 videocamere assegnate al capoluogo pentro attraverso il ‘Patto per la sicurezza’ siglato tra la Regione e molti Comuni del Molise. Finalmente l’iter burocratico relativo all’assegnazione dell’appalto alla ditta che è risultata vincitrice, la multinazionale Siemens, sta volgendo al termine e lascerà il passo alla fase operativa attesa da tempo. Con l’imminente sistemazione degli apparecchi, il Comune intende dare un’accelerata anche all’annoso problema del mancato funzionamento delle 18 telecamere che vennero posizionate in alcuni punti della città all’epoca dell’amministrazione Brasiello. Si tratta di un sistema che però non è mai stato attivato a causa di un problema di trasmissione dei dati con il comando della Polizia municipale di via XXIV maggio.
«Lo stiamo risolvendo», ha annunciato l’assessore alla viabilità Domenico Chiacchiari nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale.
Rispondendo all’interrogazione presentata addirittura l’8 marzo scorso dall’esponente del Pd Fabia Onorato, ma discussa in Aula solamente giovedì scorso, Chiacchiari ha precisato che si stanno per compiere dei passi avanti per ciò che concerne il monitoraggio del territorio.
In merito all’escalation di atti criminali, tema che era l’oggetto delle ‘domande’ della consigliera di minoranza, e alle richieste che periodicamente arrivano dalla popolazione, l’assessore ha precisato che ci sarà un unico grande ‘occhio del grande fratello’ che vigilerà su Isernia.
«Dopo un sopralluogo della ditta, la settimana prossima dovrebbero iniziare i lavori – ha dichiarato -. L’idea del Comune è quella di inserire tutte le telecamere già presenti in città in una rete che sia collegata a quelle che verranno allestite nell’ambito del ‘Patto per la sicurezza’. Questo avverrà naturalmente d’intesa col prefetto e con le forze dell’ordine, così avremo un unico apparato che potrà essere a disposizione sia di Polizia e carabinieri, sia dalla centrale del comune. Le telecamere serviranno proprio al controllo delle strade e dei cittadini. Nell’arco di pochi giorni verranno sistemate le 47 che ci spettano, però voglio precisare che da circa un anno ne abbiamo montate due al parco giochi di San Lazzaro, mentre altre 8 verranno sistemate nella villa comunale. L’area verde sarà presto interessata da lavori strutturali e al termine di questo intervento installeremo anche le telecamere. Infine anche il ‘Parco stazione’ prevede la presenza di telecamere. Installeremo infatti alcune di quelle inserite nella ‘rosa’ delle 47 della Regione».

Valentina Ciarlante

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.