Menù

Sicurezza sismica, San Giuliano di Puglia modello ancora da premiare

Sicurezza sismica, San Giuliano di Puglia modello ancora da premiare

L’amministrazione Barbieri chiamata ancora una volta a modello post sisma. In programma oggi in Ancona la cerimonia di premiazione delle strutture presenti sul territorio nazionale che si sono contraddistinte per interventi e comportamenti esemplari nel campo della sicurezza sismica per le categorie: strutture scolastiche, strutture ricettive, strutture culturali, strutture sociali, strutture aziendali. Evento organizzato dall’associazione culturale Sisma Safe. Presenta: Maurizio Socci con la partecipazione della Sand Artist Paola Saracini. Rappresentanti delle strutture premiate: Luigi Barbieri, Sindaco del Comune di San Giuliano di Puglia, Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro Onlus, Arrigo Jacobitti, Direttore Eco Hotel Bonapace, Margherita Nardecchia Marzolo, Presidentessa Casa della Cultura Onna-L’Aquila, Federico Maccari, Direttore Entroterra Spa – La Pasta di Camerino. Interverranno: Paolo Clemente, Dirigente Laboratorio “Ingegneria sismica e prevenzione rischi naturali” dell’Enea-Agenzia nazionale nuove tecnologie, energia e sostenibilità; Emiliano Pigliapoco, Presidente Federalberghi Marche e Giovanna Mar, Studio Architetti Mar srl Venezia. Oltre alle autorità della Regione Marche e del Comune di Ancona. La domanda a cui si è cercato di rispondere è quella delle persone comuni, non sufficientemente informate su quali località siano nel “cratere” e quali no, che volendo prenotare una vacanza nelle Marche, devono essere rassicurate sulla sicurezza sismica degli edifici ospitanti. Purtroppo la sicurezza non può essere un parametro oggettivo, ma lo sono i valori, le prove e i documenti richiesti dalla normativa vigente per salvaguardare le vite umane. Per questo motivo è stato creato un marchio che ha lo scopo di attestare che un tecnico abilitato e con debita esperienza nel settore della sismica abbia verificato che l’edificio rispetti la normativa vigente. Inoltre, dal 2018 partirà un tour di premiazione delle strutture scolastiche a norma sia nella Regione Marche sia in altre regioni italiane, finalizzato alla conoscenza e alla promozione del diritto alla sicurezza. L’iniziativa prevede il coinvolgimento dei dirigenti scolastici e dei sindaci, che otterranno un premio per il comportamento lodevole, e la sensibilizzazione degli studenti riguardo il tema della sicurezza degli edifici. Altro obiettivo dell’associazione, è quello di diffondere il concetto che il terremoto non deve più far paura. «Le numerose calamità che hanno colpito e continuano a lacerare il Paese da Nord a Sud sono cicatrici reali che non vanno dimenticate. Se il tempo cancella i segni materiali del sisma attraverso la ricostruzione non deve farlo con le nostre coscienze. Il terremoto, che esulta nel trovarci impreparati e si vanta della nostra ignoranza sul tema della sicurezza, deve scuotere le nostre coscienze ed esortarci a considerare con maggior forza la necessità della prevenzione e della sicurezza degli edifici pubblici e privati. Dobbiamo avere il coraggio di ammettere che la maggior parte delle costruzioni non sono sicure dal punto di vista sismico e che occorre mettere in atto azioni tese a riconsiderare le priorità dell’intero Paese. Non possiamo più permetterci che esse non coincidano con la sicurezza e la tranquillità della popolazione. Sono molti gli esempi che sottolineano che solo le azioni dell’uomo possono portare un terremoto ad essere mortale o ad essere decisive per salvare migliaia di vite umane».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.