Menù

Pedofili di Belmonte del Sannio, la Cassazione conferma le condanne di II grado

Pedofili di Belmonte del Sannio, la Cassazione conferma le condanne di II grado

Cinque anni de sei mesi i reclusione alla mamma delle vittime e 7 anni e 6 mesi agli zii dei bambini. Con la sentenza di Cassazione – che ha confermato il verdetto di colpevolezza della Corte d’Appello di Campobasso – si chiude un brutta vicenda di abusi sessuali su minori venuta a galla nel 2008. Furono allora i servizi sociali a segnalare il caso alla Polizia di Isernia. Agli inquirenti bastarono pochi mesi di indagine per trovare riscontri alle pesanti accuse: tre minori abusati da due zii paterni, uno pastore l’altro agricoltore, già avanti con l’età. I fatti si consumano in una condizione di estrema povertà in cui vivono i ragazzini orfani di padre. Parte il processo, alla sbarra finisce anche la madre accusata di favoreggiamento. A marzo del 2011 mano pesante del collegio giudicante: uno dei due zii viene condanno a 20 anni di carcere, la donna invece a 14 per concorso omissivo nella violenza sessuale. A febbraio del 2013 il Tribunale di Isernia emette il verdetto anche per l’agricoltore: 11 anni di carcere e 9 alla madre per non aver vigilato sull’incolumità dei figli. Il 5 ottobre 2016 la Corte d’Appello conferma la responsabilità penale dei tre, ma riduce le pene condannando gli zii delle vittime a 7 anni e 6 mesi e la madre a 5 anni e 8 mesi.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.