Menù

Escalation di furti a Venafro: nasce la ronda on-line

Escalation di furti a Venafro: nasce la ronda on-line

Si chiama «Furti e segnalazioni Venafro» la ronda virtuale organizzata su Facebook da utenti del noto social network evidentemente preoccupati per la recente ondata di furti che si è registrata in città. Finora i singoli iscritti a Facebook lanciavano allarmi e invitavano a monitorare movimenti sospetti ognuno per conto proprio, adesso qualcuno ha deciso di creare una community organizzata al fine di aiutarsi a vicenda.
«Questa pagina nasce per segnalare eventuali furti o movimenti di persone e auto sospette in modo da poter avvisare chi di competenza – si legge nell’invito ad aderire -. Si prega di non creare inutili allarmismi».
Quindi,«nessun commento che inciti all’uso di armi o razzismo» verrà ammesso, così come «non si pubblicano volti, numeri di targa se non di auto denunciate per furto dal legittimo proprietario. Non sono ammesse pubblicità di qualsiasi genere». Queste, insomma, le regole.
E ancora: «Persone che hanno un account Facebook da meno di un anno o usano uno pseudonimo o non hanno foto personali nel profilo, sono pregate di mandare un messaggio dove saranno ricontattate per verificarne l’identità, questo per evitare che sulla pagina possano postare dei malviventi».
Nel Terzo Millennio, dunque, le ronde si fanno online. Nei giorni scorsi, ad esempio, con i furti in via Maria Pia e nella zona del quartiere “don Rocco”, numerosi utenti del social network hanno postato l’invito a tenere gli occhi aperti perché erano stati segnalati furti. Diversi cittadini poi effettivamente sono usciti in strada a verificare la presenza di auto o persone sospette. Adesso, con la creazione della community si proverà forse a organizzare meglio le segnalazioni.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.