Menù

Pietrabbondante. Basta strade colabrodo, i cittadini chiedono interventi per la SP 70

È una strada che attraversa una delle zone più suggestive dell’Alto Molise, percorrendo i boschi di Colle Meluccio per collegare i vari centri della zona, come Carovilli, Agnone e Pescolanciano.
È la provinciale 70 ‘San Mauro’ che, da Pietrabbondante si immette sulla Statale 86. Un’arteria viaria percorsa quotidianamente da numerosi automobilisti che la utilizzano per raggiungere il posto di lavoro, ma anche le scuole nei centri più grandi. Non solo. Sono tanti anche i turisti che, d’estate come d’inverno, la utilizzano per conoscere ed apprezzare le bellezze della zona. Purtroppo da qualche tempo, transitare lungo l’arteria è diventato un calvario. La strada è piena di buche e, quando piove, la situazione diventa ancora più complicata con le voragini che si riempiono di acqua rappresentando una vera e propria ‘trappola’ per i veicoli in transito. Per questo è esplosa la protesta dei residenti che chiedono interventi di ripristino del manto stradale e di messa in sicurezza della provinciale. Tanti, troppi i disagi per chi ogni giorno deve percorrerla, dovendo fare i conti con i pericoli che si corrono.
Criticità che accomunano numerosi centri dell’Isernino e che, in inverno, moltiplicano i disagi. Problematiche che purtroppo sono difficili da gestire per la Provincia di Isernia, per effetto dei tagli che, negli ultimi anni, sono stati imposti dallo Stato e che rendono a volte complicati anche gli interventi di manutenzione ordinaria.
L’amministrazione dell’ente di via Berta si è da tempo rimboccata le maniche, per provare a trovare soluzioni adeguate.
«Per l’anno 2018 – ha ricordato il consigliere delegato alla Viabilità Mike Matticoli – abbiamo stanziato in bilancio circa trecentomila euro per i quattro nuclei stradali. Si tratta di risorse che serviranno a fare fronte agli interventi di manutenzione più urgenti. Non solo. Sempre per l’anno in corso – ha aggiunto – il governo Gentiloni – ha promesso lo stanziamento di 120 milioni di euro da dividere tra le Province d’Italia in base alle necessità e al territorio. Inoltre, sempre il governo, ha annunciato l’erogazione di 300 milioni all’anno dal 2019 al 2023 da destinare alla viabilità provinciale. Questo – ha sottolineato Matticoli – ci rende ottimisti e chiunque avrà il compito di guidare il Paese non potrà non tener conto della situazione in cui versano le Province, ancora nel ‘limbo’ per effetto della legge Delrio. Certo è – ha concluso il consigliere – che nel momento in cui verranno erogati i fondi interverremo con la massima tempestività. Abbiamo già una mappatura delle criticità relative alla viabilità e quindi le risorse verranno assegnate in base alle priorità».

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.