Menù

Fondovalle Sangro Molise e Abruzzo riducono le distanze

Fondovalle Sangro Molise e Abruzzo riducono le distanze

Viabilità: Molise e Abruzzo sempre più vicini. È infatti fissata per il prossimo il 22 febbraio la cerimonia per la posa della prima pietra che, di fatto, darà il via ai lavori per il completamento della Statale 652 ‘Fondovalle Sangro, nel tratto compreso tra la stazione di Gamberale e l’inizio della variante di Quadri. La cerimonia è fissata alle ore 10.30 e vedrà la partecipazione dell’ amministratore delegato e direttore generale della società Anas Gianni Vittorio Armani. Lo ha annunciato il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso.
Un’opera attesa da circa 40 anni anche dai residenti dei diversi centri della provincia di Isernia al confine con il Chietino e l’Aquilano, soprattutto per coloro che lavorano e studiano nella zona della Val di Sangro e che in questo momento vivono enormi disagi, anche alla luce dell’interdizione al traffico pesante della strada provinciale 88 in territorio di Sant’Angelo del Pesco, per problemi legati alla messa in sicurezza.
Il tratto che verrà realizzato si svilupperà per circa 5,3 chilometri prevalentemente in sponda sinistra del fiume Sangro e comprende cinque viadotti lunghi complessivamente 1,2 km e una galleria di 2,5 km. Il tracciato ha origine in prossimità della stazione ferroviaria di Gamberale-Sant’Angelo del Pesco, in corrispondenza del viadotto esistente sul fiume Sangro. Nel primo tratto è presente la rampa di uscita per chi proviene da Quadri ed è diretto verso Pizzoferrato/ Gamberale. Nel verso di percorrenza opposto il collegamento con la viabilità secondaria è garantito dall’adeguamento dell’intersezione esistente. Il tracciato prosegue superando la ferrovia con un viadotto e, dopo circa 1 km, ha origine il tratto in galleria, affiancata per tutta l’estesa da un cunicolo di sicurezza; in uscita dalla galleria il tracciato prosegue tra la ferrovia e la strada provinciale 164. Poco prima dell’abitato di Quadri il tracciato scavalca nuovamente la ferrovia e quindi il fiume Sangro con un viadotto, ricollegandosi al tratto già ammodernato dove è previsto lo svincolo ‘Quadri Est’. La cerimonia sarà anche l’occasione per un confronto con Anas e Regione Abruzzo per valutare il da farsi in merito agli interventi da effettuare lungo la Sp 88.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.