Menù

Venafro, avvisi elettorali incollati con lo scotch di carta

Venafro, avvisi elettorali incollati con lo scotch di carta

Per fortuna il Ministero dell’Interno ha deciso per questa tornata di rendere pubblici anche online i nomi e le liste di tutti i candidati alle imminenti elezioni politiche del 4 marzo, altrimenti gli elettori di Venafro avrebbero incontrato difficoltà a districarsi. Infatti, come segnalato da più lettori (ed elettori) negli ultimi giorni, in città si è deciso di affiggere i manifesti con l’elenco delle liste in lizza con dello scotch di carta e non con la solita e “cara” colla propria degli appuntamenti elettorali. Risultato? In poche ore in più punti è stata registrata la sparizione dei manifesti. Lo scotch ha ceduto ed inevitabilmente l’elenco di liste e candidati è caduto.
Poco male, esiste internet, si potrebbe dire. Eppure, a Venafro – dove anche il rapporto è migliore rispetto ai centri interni – c’è un 20% della popolazione over 65. Di questo 20%, non è un azzardo affermare che buona parte non acceda al web. Dunque, a meno di due settimane dal voto, gli anziani che sono abituati a tenersi “informati” attraverso le bacheche comunali potrebbero non essere a conoscenza di chi siano i candidati. Anche perché sono sempre meno i partiti che scelgono le affissioni negli appositi spazi (le bacheche su corso Molise, ad esempio, sono semi vuote) per presentarsi agli elettori.
I manifesti caduti dalle bacheche stanno facendo discutere e “ridere” molti venafrani, sia in strada che sui social. L’augurio è che presto Palazzo Cimorelli voglia mettere un “pezza”, magari senza applicarla con scotch di carta.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.